James White (Foto Ciamillo)
James White (Foto Ciamillo)

Reggio Emilia, 8 aprile 2018 - La Grissin Bon si arrende ancora di fronte al suo pubblico e vede allontanarsi in maniera forse decisiva i playoff. A tradire i biancorossi ancora un deficitario inizio e problemi difensivi nel finale, soprattutto su uno scatenato Peric, acuiti da scelte offensive poco oculate. Non basta ai biancorossi un grandissimo James White, costante per tutta la gara, coadiuvato in parte dagli acuti di Julian e Chris Wright, che in difesa però pagano dazio. Così come produce poco la scelta di Menetti di rinunciare a Reynolds per sostituire Della Valle con Nevels: evanescente per tutta la sfida.

Primo quarto che pare l’esatta fotocopia di quello con Brescia. Reggio gioca anche bene un paio di minuti poi si addormenta in difesa e si inceppa in attacco. Venezia, sospinta da un monumentale Haynes, scava rapidamente il solco e dopo il 10-16 del 6’ piazza un ulteriore break di 11-4 che le consente di chiudere la frazione sopra di tredici lunghezze (14-27).

Una difesa finalmente grintosa e indomita, assieme ai canestri di Chris Wright e all’esperienza di James White consentono alla Grissin Bon di invertire la tendenza nel secondo parziale, e in modo perfetto; perché prima Reggio si riavvicina, al 6’ impatta e un minuto dopo passa a condurre (37-35) coronando un ottimo break di 20-5.

All’intervallo lungo si arriva con i biancorossi a condurre 46-39. Al ritorno sul parquet l’inerzia sembra ancora reggiana, ma quando nelle fila lagunari sale in cattedra Austin Daye sulle gradinate del PalaBigi scorrono brividi: l’americano figlio d’arte firma infatti 9 punti consecutivi riportando i compagni n vantaggio al 4’ (51-52). Per fortuna della Menetti-band la stella dei due Wright stasera brilla parecchio, ed è proprio il duo Usa a consentire alla Grissin Bon di arrivare agli ultimi 10’ ancora sopra: 64-61.

Fino al 5’ il quarto conclusivo vive in equilibrio. Nella fase prova a spezzarlo Peric con cinque punti consecutivi che regalano all’Umana un nuovo +5. La Pallacanestro Reggiana riesce a resistere all’affondo ospite ma a 30 secondi dalla fine la Reyer è ancora in vantaggio di cinque punti. Un disavanzo che i biancorossi non riescono a colmare.

 

Il tabellino

GRISSIN BON REGGIO EMILIA –UMANA REYER VENEZIA 76-81

GRISSIN BON: Wright J. 20, Candi 3, White 21, Markoishvili 2, Wright C. 24, Cervi 6, Nevels, De Vico . N.e.: Bonacini e Cipolla. All.: Menetti

UMANA: Haynes 18, Peric 18, Sosa 4, Tonut 5, Daye 15, De Nicolao 2, Johnson 13, Biligha 1, Cerella, Watt 5. N.e. Ress e Bolpin . All.: De Raffaele

Arbitri: Carmelo Paternicò, Lorenzo Baldini, Martino Galasso

Parziali: 14-27, 46-39, 64-61

Note: tiri da 3: Grissin Bon 3/18, Umana 9/25; tiri liberi: Reggio Emilia 11/16, Venezia 16/23