Petteri Koponen (Ansa)
Petteri Koponen (Ansa)

Reggio Emilia, 15 gennaio 2021 – Il secondo finlandese della storia della Pallacanestro Reggiana, dopo Teemu Rannikko, risponde al nome di Petteri Koponen. Il 32enne nativo di Helsinki è infatti il secondo innesto del club biancorosso nel giro di pochi giorni, dopo quello di Dominique Sutton, e va a rinforzare con esperienza e talento il reparto esterni: dopo aver mosso i primi passi nel paese natio ed essere stato scelto al numero 30 del Draft Nba 2007 da Philadelphia, pur senza disputare mai una gara nel campionato statunitense, nel 2008 Koponen arriva in Italia alla Virtus Bologna, con cui rimane 4 anni e conquista l’Eurochallange, collezionando oltre 100 presenze ed oltre 1000 punti a referto.

Segue il trasferimento in Russia, con il Khimki, dove trionfa nuovamente a livello continentale sollevando al cielo l’Eurocup 2015, competizione dove viene inserito nel miglior quintetto; l’anno seguente sbarca in Spagna e vince la Coppa del Re 2018 in maglia Barcellona; terminata la parentesi iberica firma col Bayern Monaco, dove festeggia il titolo nazionale e prende parte all’Eurolega, competizione nella quale vanta oltre 150 gettoni di presenza in 6 anni. Nella stagione 2019/20 ha realizzato 7,6 punti di media in 54 gare, tirando col 50% da 3 punti.

Koponen si dice entuasiasta di poter tornare a calcare il parquet vestendo i colori della Unahotels: “Sono rimasto fermo alcuni mesi, situazione nella quale, in carriera, non mi ero mai trovato, ora punto ad entrare in forma nel più breve tempo possibile per aiutare la squadra: credo che alla Pallacanestro Reggiana ci siano i presupposti per un’ottima seconda parte di stagione. L’Italia? Ho bei ricordi del mio passato, che hanno rappresentato un’ulteriore motivazione nella mia scelta di approdare a Reggio Emilia: spero che l’emergenza Covid si possa attenuare in modo da poter tornare a godere, nella quotidianità, della bellezza di questo paese”.

Il benvenuto da parte della società di via Martiri della Bettola arriva per bocca del direttore generale Filipo Barozzi: “Koponen non ha certamente bisogno di presentazioni. Il suo talento e la sua esperienza sono fin da subito al servizio di squadra e staff, con l’obiettivo di guardare al futuro con rinnovata fiducia e tentare di raggiungere i nostri obiettivi. Con l’arrivo di Petteri rinnoviamo anche la consolidata tradizione del nostro club di poter annoverare tra le nostre fila grandi campioni europei”.