Filippo Baldi Rossi, classe 1991, lungo della Unahotels: per lui 14 punti contro la Virtus
Filippo Baldi Rossi, classe 1991, lungo della Unahotels: per lui 14 punti contro la Virtus

Bologna, 7 febbraio 2021 – L’Unahotels regge un tempo contro la Virtus Segafredo Bologna, per poi crollare nel finale del terzo quarto. Priva dell’infortunato Elegar e con Sutton messo in panchina dopo poco più di 3’, la squadra biancorossa ci prova con generosità dall’arco ma patisce i lunghi bianconeri, con Hunter e Gamble a dominare sotto le plance con un 26-44 a rimbalzo che non lascia spazio a recriminazioni, oltre a 62 punti su 89 costruiti nei pressi dell’area pitturata. A salvarsi, tra i padroni di casa, un generoso Baldi Rossi e Koponen, quest’ultimo autore di qualche buono sprazzo.

L’inizio di gara è un incubo per la formazione di Martino ma viene colpita da due schiacciate di Gamble e scivola sul 3-11. D’altronde manca Elegar e Sutton inizia con un airball oltre che con una prova difensiva tutt’altro che apprezzabile: a banchettare è anche Tessitori, con un paio di canestri ispirati da Teodosic, che poi scherza Candi con un numero di alta scuola e firma il +11. E la Unahotels? Ci prova dall’arco, con Bostic che segna due triple e su una terza conclusione dai 6,75 subisce fallo e fa 2/3 dalla linea della carità. Non basta, perché un gioco da tre punti di Hunter segna il “doppiaggio” sul 13-26. Koponen, uno degli ex di giornata, prova a suonare la carica nel finale di primo quarto con un bell’assist per Diouf e la tripla del 20-28 proprio sulla prima sirena. Non cambia lo spartito nel secondo periodo, con la Unahotels che segna un solo canestro nei primi 5’, ma riesce a rientrare sotto le 10 lunghezze di svantaggio con un 6-0 firmato Taylor-Candi. I biancorossi si accendono e portano il parziale a 12-0, con quattro recuperi consecutivi, arrivando a -3: Taylor forza la tripla del pareggio, poi la Virtus si riorganizza e va negli spogliatoi sopra di 7.

La ripresa vede nuovamente le V nere padrone del parquet, esattamente come ad inizio gara ed il parziale di 0-7 costringe Martino al time out dopo 2’. La Unahotels non molla la presa e bussa due volte con Koponen e Baldi Rossi dalla lunga distanza, poi è Taylor a firmare il nuovo -8 sul 49-57. Stavolta, però, manca lo spunto per rientrare e 10 punti consecutivi della coppia Hunter-Abass valgono il +18 ai felsinei sul 49-67. Il +20 esterno è la naturale conseguenza dell’inizio di quarto periodo, anche perché la partita è già chiusa: gli ultimi 10’ servono per mettere minuti nelle gambe a Koponen e a poco altro, con Hunter che continua il suo dominio raggiungendo la doppia doppia, sancendo definitivamente il dominio della Virtus a rimbalzo (26-44). Ora spazio alle finali di Coppa Italia: l’Unahotels affronterà nei quarti la corazzata Milano.
 




Il tabellino

UNAHOTELS REGGIO EMILIA-VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 62-89
UNAHOTELS REGGIO EMILIA: Sutton, Koponen 8, Bostic 11, Candi 12, Baldi Rossi 14, Porfilio, Taylor 10, Giannini, Bonacini, Diouf 4, Kyzlink 3. All. Martino.
VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Tessitori 6, Deri, Belinelli ne, Alibegovic 4, Markovic 2, Ricci, Adams 5, Hunter 20, Weems 11, Teodosic 11, Gamble 14, Abass 9. All. Djordjevic.
Note: parziali 20-28, 37-44, 51-70. Tiri da 3: Unahotels 11/31, Virtus 5/16; tiri liberi: Unahotels 7/11, Virtus 12/15. Rimbalzi 26-44, assist 15-26, perse 12-11.