Cesena Reggiana, pareggio a reti bianche (Foto Ravaglia)
Cesena Reggiana, pareggio a reti bianche (Foto Ravaglia)

Cesena, 9 novembre 2019 - Zero a zero. Non c’è un vincitore, una squadra che emerge sull’altra al Manuzzi al termine di una gara vissuta a sprazzi, con il Cesena che parte bene per poi subire per 20’ la Reggiana, prima che i granata si dedichino ad una gara di copertura nella ripresa con i bianconeri decisamente più pericolosi.

Ad iniziare la gara col piede giusto, come detto, è il Cavalluccio, con Cappelini che, dopo pochi secondi, sfugge a Kirwan e serve un ottimo pallone all’accorrente Franco, il quale trova una conclusione smorzata di piatto che è roba per la presa di Narduzzo. Da quella stessa fascia, poco dopo, arriva poi un cross che Butic non riesce ad indirizzare, di testa, verso lo specchio della porta.

Nel primo quarto d’ora di gioco, i bianconeri di Modesto si rivelano una squadra in grado di giocare veloce nello stretto e attaccare con insistenza, con Capellini e Borello, l’ormai nota zona occupata da Kirwan e Costa. E’ la Regia, però, a guadagnarsi il primo angolo della partita al 16’, occasione in cui Costa segna di testa prima che l’arbitro annulli tutto per fuorigioco, con il difensore reggiano che non protesta e torna subito in difesa. Perché c’è da difendere, eccome.

I granata, infatti, nella prima frazione faticano a creare gioco, con il Cesena che, grazie alla rapidità di Valeri e Borello e alle geometrie di De Feudis, riesce ad arrivare più volte sulla trequarti granata. Nel finale, dopo la sostituzione Ricci-Maddaloni con il Cesena che abbassa il baricentro, la Regia riesce finalmente a sfruttare maggiormente gli spazi e a prendere in mano il pallino del gioco, senza però trovare varchi per arrivare alla conclusione. E, c’è da dire, che i problemi sulla fascia sinistra rimangono a lungo irrisolti per Costa e Kirwan, con Cappellini prima, al 36’, che salta l’ex Benevento in area e trova l’esterno della rete, e Franco, poi, che conclude poco alto con un tiro a palombella.

Al 42’ lo stesso Costa, autore di una gara dai due volti, è però bravo a sorprendere la difesa cesenate e a servire lo scatto di Varone che, tutto solo, calcia ad occhi chiusi. La sfera finisce sul fondo, poco lontana dal palo. Alle soglie della pausa, prima Kargbo, con un diagonale destro rasoterra, poi Marchi, con un colpo di testa insidioso, impensieriscono Marson.

Appena le squadre riemergono dal tunnel del Manuzzi, arriva per la Regia il rimpianto più grande della serata. Kargbo, complice Ciofi che scivola sul terreno romagnolo, si trova la strada spianata in contropiede, solo uno contro uno con Marson. Inspiegabilmente, però, l’attaccante africano non tira, anzi rallenta il passo per servire Marchi, che si accartoccia sul pallone seguito da due cesenati. Un autentico gol sciupato dai granata a due passi dalla porta.

La Regia, però, col passare dei minuti scende vertiginosamente nel ritmo, non riuscendo quasi più a pressare i rivali e ad affacciarsi nella metà campo avversaria, se non con sporadichi scatti di Kargbo e un pallone, vagante sul dischetto, che il subentrato Scappini cicca. Anche il Condor, talvolta, pecca di lucidità.

Alvini, oltre a Scappini, prova a smuovere i suoi, in difficoltà e in sofferenza, a corto di energie, con l’ingresso di Haruna al posto di Varone, ma la musica non cambia. I granata subiscono una squadra offensiva come loro e si vedono costretti a costruire un fortino difensivo che regge fino alla fine, nonostante le occasioni capitate sui piedi di Franchini e Butic. Un pareggio a reti bianche, insomma, che premia senza dubbio maggiormente i granata che i romagnoli.

Cesena Reggiana, il tabellino

Cesena-Reggiana 0-0

Cesena (3-4-3): Marson; Brignani, Ricci (23’pt Maddaloni), Ciofi; Capellini (19’st Franchini), Rosaia , De Feudis, Valeri; Borello (19’st Zerbin), Butic, Franco. All. Modesto. (Agliardi, Stefanelli, Giraudo, Maddaloni, Russin, Valencia, Pantaleoni, Sarao, Zecca, Brunetti).

Reggiana (3-4–2-1): Narduzzo; Espeche, Rozzio, Costa; Libutti, Rossi (36’st Radrezza), Varone (26’st Haruna), Kirwan; Staiti (36’st Zanini); Kargbo (25’st Scappini), Marchi (45'st Brodic). All. Alvini. (Voltolini, Martinelli, Zanini, Santovito, Favale, Radrezza, Muro).

Angoli: 2-6 per la Reggiana

Recupero: 3’pt; 3’st

Arbitro: Zufferli di Udine (De Pasquale e Frangetta).

Note: Ammoniti: Rozzio, Espeche, Libutti, Costa, Kirwan (R). Capellini, Ciofi, De Feudis, Franco (C). 10.984 spettatori (1.133 tifosi reggiani), 22.206,00 euro di incasso.