I tifosi della Reggiana oggi a Crema
I tifosi della Reggiana oggi a Crema

Crema (Cremona), 16 settembre 2018 - Il Crema infligge il primo stop alla Reggio Audace. L’esordio nel campionato di Serie D della formazione granata porta a una sconfitta che lascia rimpianti, soprattutto per le occasioni create (i padroni di casa però non hanno demeritato) e per i circa 600 supporters giunti fino a Crema per assistere allo stop. La formazione di mister Antonioli potrà rifarsi già domenica prossima, quando è in calendario la sfida con il San Marino tra le mura amiche.

Il primo tempo vede una Reggio Audace che non concretizza due opportunità con Staiti, mentre Ferrari è autore delle conclusioni nello specchio del Crema nel primo tempo (12’ e 27’), entrambe bloccate da Narduzzo in presa bassa. Di Bran (tiro respinto) e Broso (calcia alto dal limite), le ultime occasioni della prima frazione ma i due giocatori sono imprecisi.

Nella ripresa è Osuji, in spaccata, a colpire male da pochi passi dalla porta di Marenco. La Reggio Audace prova i cambi anche se la partita è un continuo cambio di fronte, dove i portieri non sono particolarmente impegnati. Antonioli getta nella mischia Ponsat e Boldrini (esordio), ma la sfida non prende la via dei granata. Il Crema, sempre rimasto in partita, non molla ed è D’Apollonia, al 35', a trovare il gol saltando Bonora e mettendo sull’altro palo la sua conclusione. A fine gara applausi dei tifosi alla Reggio Audace, malgrado la sconfitta.

Il tabellino del match:

CREMA-REGGIO AUDACE 1-0
CREMA (4-3-3) Marenco; Tagliabue, Scietti, Stankevicius, Ogliari; Incatasciato (38’ st Gomez), Radrezza, Porcino; Pagano (46’ st Vaglio), Ferrari, D’Apollonia (36’ st Tomas) (Prudente, Gregorio, Matei, Magrin, Cesari, Marrazzo). All.: Bressan.
REGGIO AUDACE (4-3-1-2) Narduzzo; Bran (29’ st Bonora), Rozzio, Cigagna, Belfasti; Staiti, Zaccariello (49' st Cozzari), Cavagna; Crema (20’ st Luche); Osuji (29’ st Boldrini), Broso (20’ st Ponsat) (Rossi, Masini, Grassi, Palmiero). All.: Antonioli.
Arbitro: Picchi di Lucca (Giuggioli di Grosseto e Lafandi di Locri).
Reti: 35’ st D’Apollonia (C).
Note: Spettatori 1.000 circa, di cui 600 provenienti da Reggio. Ammoniti Bran, Belfasti, Porcino, Stankevicius. Rec.: 3’ pt, 5’ st