Cremonese-Reggiana, Mazzocchi
Cremonese-Reggiana, Mazzocchi

Cremona, 13 marzo 2021 - Tre pugni dritti al volto, incassati senza reagire, in un pomeriggio in cui, dopo il pari di ieri dell’Entella a Ferrara, anche Ascoli e Pescara raccolgono un punto importante contro Venezia e Pordenone. La Reggiana finisce all’angolo e rimedia il terzo ko consecutivo nello scontro diretto allo Zini di Cremona, subendo tre reti da una Cremonese, che, va detto, nel primo tempo aveva giocato col freno tirato, e terminando per la seconda gara consecutiva una sfida in dieci uomini, per il rosso rimediato da Libutti.

Primo tempo. Eppure i granata di alvini non avevano iniziato male la partita, con Siligardi che dopo 1’ 40’’ aveva concluso di poco a lato dal limite ed un’impostazione di gioco fatta di pressing alto e tanta corsa in ampiezza sul campo che aveva portato ad un piantone fisso nella metà campo avversaria, con diversi angoli ottenuti in successione. Al 13’, però, Libutti strattona Buonaiuto lanciato a rete e lascia i suoi in dieci, cambiando di fatto la partita, che si indirizza verso il binario Cremo dieci minuti più tardi quando Venturi spedisce un rinvio direttamente sui piedi di Strizzolo che in progressione doppia Varone e Siligardi ed infila il portiere granata. Poco dopo Gustafson si divora il raddoppio, sparando alto da pochi passi l’assist di Buonaiuto con Venturi battuto. Nell’economia della gara, però, la Reggiana continua a giocare a viso aperto, al contrario dei locali che provano ad addormentare la sfida con un possesso palla cadenzato, e sul finire di primo tempo Siligardi prima e Varone poi impegnano con due conclusioni di potenza Carnesecchi alla respinta in angolo.

Secondo tempo. Al rientro in campo dopo l’intervallo, però, con alvini che toglie l’unica punta Mazzocchi (Siligardi falso nove) ed inserisce due giocatori di contenimento come Espeche e Kirwan, lo spirito battagliero dei granata, di fatto, pare essere rimasto negli spogliatoi. La Reggiana, infatti, a differenza del primo tempo, per tutta la seconda frazione subisce costantemente l’iniziativa della squadra di Pecchia, che mostra più spinta sulle fasce con Valeri e Fiordaliso e un maggiore movimento fra le linee, con la mediana e la difesa granata costantemente in balia degli eventi. Dopo soli due minuti Valzania supera Costa alle spalle sul filtrante di Buonaiuto e batte, complice anche un tocco del difensore reggiano, Venturi per il 2-0. Venturi che, al di là dell’errore nel primo tempo, nella ripresa è invece più volte decisivo nel contenere il passivo rimediato dai granata…

Cinque minuti dopo il 2-0, la Cremonese colpisce quindi il palo con Colombo, poi Venturi respinge prima coi piedi la sassata di Valzania e poi in corner il tiro a giro di Gaetano. Al 62’, invece, è Rozzio a frapporsi col corpo fra la porta e la la conclusione di Gaetano calciata dall’altezza del dischetto. Alla fine, però, i grigiorossi riescono a passare e siglare la terza rete quando Colombo anticipa Rozzio e spedisce l’assist di Gaetano sotto la sinistra da distanza ravvicinata. C’è poi ancora tempo per un’altra parata chiave di Venturi su Gaetano che evita il 4-0 e cala il sipario su un pomeriggio assolutamente nero per la Reggiana.

Il tabellino

CREMONESE-REGGIANA 3-0

CREMONESE (4-2-3-1): Carnesecchi; Fiordaliso, Bianchetti, Ravanelli, Valeri; Gustafson (26’st Celar), Castagnetti; Valzania (26’st Pinato), Strizzolo (12’st Colombo), Buonaiuto (5’st Gaetano); Ciofani (12’st Bartolomei). All. Pecchia. A disp. Volpe, Zaccagno; Terranova; Deli, Tardi; Ceravolo.

REGGIANA (4-2-3-1): Venturi; Libutti, Rozzio, Costa, Gyamfi (1’st Kirwan); Varone (29’st Cambiaghi), Del Pinto; Lunetta (19’st Zamparo), Siligardi, Laribi (19’st Pezzella); Mazzocchi (1’st Espeche). All. Alvini. A disp. Cerofolini; Yao; Radrezza; Kargbo, Ardemagni.

Reti: 24’pt Strizzolo; 2’st Valzania, 25’st Colombo

Arbitro: Federico Dionisi della sezione dell’Aquila (Zingarelli e Villa). IV Uomo: Meraviglia

Note: ammoniti Colombo (C), Varone, Costa (R); espulso al 13’pt Libutti per fallo di gioco (R); angoli 5-9; tiri 21-12; tiri in porta 9-3; recupero 2’pt, 0'st.