Massimiliano Alvini a colloquio coi suoi giocatori durante il 4-1 con la FeralpiSalò
Massimiliano Alvini a colloquio coi suoi giocatori durante il 4-1 con la FeralpiSalò

Reggio Emilia, 31 agosto 2019 – Dopo il poker casalingo alla FeralpiSalò, una delle corazzate del girone, la Reggiana si appresta ad affrontare la prima trasferta stagionale, quella che la vedrà di scena domani pomeriggio a Ravenna (ore 17,30), contro i giallo-rossi guidati in panchina dall’ex Luciano Foschi.

L’arrivo in settimana di Andrea Costa, che torna a casa dopo una lunga carriera tra serie A e B, ha fatto aumentare ulteriormente l’entusiasmo tra i tifosi, che sognano in grande. A fare da pompiere, nella conferenza stampa pre-gara, ci pensa Massimiliano Alvini: “Ricordo una squadra che la scorsa stagione giocava un buon calcio, guidata in panchina da un allenatore che stimo. Hanno atleti importanti come Sirri, che avevamo cercato anche noi, e davanti al loro pubblico vorranno riscattare il ko della prima giornata. Noi dovremo essere bravi a mettere in campo le nostre idee”.

Sugli obiettivi stagionali: “Vogliamo disputare un torneo di spessore, esaltando le caratteristiche della rosa e portando un’idea di calcio precisa. Ancora non so dire dove arriveremo, il nostro girone è di grande spessore e non voglio sbilanciarmi, quanto continuare a lavorare”.

L’euforia nell’ambiente è contagiosa: “Sono felice dell’entusiasmo dei nostri sostenitori, ma non riguarda me ed i giocatori. Ci aspetta una sfida difficile e complicata, siamo concentrati e sappiamo che per vincere dovremo essere bravi a mettere in risalto le nostre caratteristiche”. Una battuta su Costa, l’ultimo arrivato: “Evento inatteso, ma si è presentata questa opportunità e Andrea ci porta esperienza e qualità, spero possa essere con noi al più presto. Chi starà fuori? Io ho bisogno di 20-21 giocatori e non faccio distinzioni tra titolari e riserve. Ho le mie idee e faccio delle scelte, ma reputo tutti importanti”. Venendo al campo, Marchi e Voltolini sono recuperati, mentre Narduzzo ha disputato buona parte del test infrasettimanale e sembra sulla via della definitiva guarigione.