Reggiana sconfitta in casa dalla Reggina (Foto Artioli)
Reggiana sconfitta in casa dalla Reggina (Foto Artioli)

Reggio Emilia, 27 dicembre 2020 - Seppur il gol vittoria degli amaranto sia arrivato solo ad 1’ dal novantesimo, la sconfitta della Reggiana è più che meritata. La Reggina ha dominato il primo tempo (solo un enorme Cerofolini ha impedito la rete), e nella ripresa, seppur calando di intensità, non ha fatto peggio dei ragazzi di Alvini, oggi spenti e imprecisi per tutti i 90’. Una Reggiana che non vince da quattro partite, e che dopo le partite delle 15 potrebbe trovarsi nella zona rossa (con la solita gara da recuperare). Tanti gli errori individuali nei passaggi, sia in uscita da dietro che qualche metro più avanti quando si tentava di costruire qualcosa. Dopo Lecce, è probabilmente la peggior prova dei granata in questa serie B.

Nel primo tempo è dominio totale della Reggina, che meriterebbe ampiamente di rientrare negli spogliatoi in vantaggio. La partenza aggressiva la si vede dopo neanche un minuto, quando Bianchi conclude dal limite e trova il gomito largo di Varone: era rigore. Al 5’ Cerofolini è già da 7 in pagella: prima è bravo a restare in piedi e a murare a tu per tu Rivas che era scappato a Martinelli, e poi, sempre sullo scatenato 99 amaranto, vola con la mano aperta togliendo la palla dal sette. Quello che si vede nel primo tempo è sostanzialmente questo: la Reggina soffoca la Reggiana negli ultimi 25/30 metri, che ci mette del suo sbagliando molto. Rivas con i suoi scatti fa quel che vuole, e anche Folorunsho, che ha agito sulla trequarti, è risultato imprendibile per Costa e compagnia. Al 9’ proprio il numero 90 prova la rasoiata: troppo poco per battere questo Cerofolini. Il primo squillo granata è un tiro di Radrezza innocuo, e poco dopo Crisetig con un tiro al volo da fuori colpisce il palo esterno. Alla mezz’ora Varone, dopo una punizione battuta veloce, ha sul sinistro una buona palla, ma il sinistro è sbilenco. La bassa reattività dei granata si palesa ancor di più al 31’, quando il centrale Stavropoulos passeggia per praticamente 70 metri presentandosi davanti a Cerofolini, che gli dice ancora di no. Prima dell’intervallo c’è tempo anche per una gran botta di Folorunsho che sfiora l’incrocio.

Ad Alvini riordinare le idee quando si è ancora sullo 0-0 va sicuramente bene, mentre Baroni non sarà di certo felice di non aver sbloccato il match. Nonostante i calabresi non si ripresentino con la stessa aggressività del primo tempo, la partita non cambia più di tanto, con Alvini che non riesce a scuotere i suoi realmente. All’11’ Radrezza chiude un bell’uno-due con Varone, si presenta tra il dischetto e l’area piccola e va giù dopo un contatto con Crisetig: rimangono grandi dubbi su questa situazione che poteva essere da rigore. La sveglia sembra arrivata, e Cambiaghi mette a referto il primo tiro in porta della ripresa con un sinistro mandato in angolo da Guarna. Finisce qui però la reazione, e al 24’ Germoni, all’esordio, con un retropassaggio horror mette in porta Rivas, che a tu per tu con Cerofolini può fare ciò che vuole, ma il portiere scuola Fiorentina è miracoloso a intercettare in uscita bassa il dribbling del 99.

Onestamente lo 0-0 andrebbe più che bene, e sarebbe un oltraggio per gli ospiti, che a 4’ dal termine rimangono in dieci perché Stavropoulos è costretto ad abbattere Kargbo, prendendosi il secondo giallo. Nonostante l’uomo in meno, quasi al 90’ Cerofolini smanaccia un cross che resta nella disponibilità di Bellomo: prima prende il palo, e poi insacca. Esplode la gioia ospite, la Regia al momento non riesce più a vincere.

Serie B, risultati e classifica in tempo reale

Il tabellino di Reggiana Reggina

Reggiana-Reggina 0-1

Reggiana (3-4-1-2): Cerofolini; Gyamfi, Costa, Martinelli (46’st Pezzella); Cambiaghi (36’st Voltan), Varone, Muratore, Kirwan (17’st Germoni); Radrezza; Kargbo, Mazzocchi (17’st Zamparo). A disp.: Voltolini, Venturi, Zampano, Libutti, Marchi, Gatti. All.: Alvini
Reggina (4-2-3-1): Guarna; Delprato, Loiacono, Stavropoulos, Di Chiara; Bianchi (42’st Cionek), Crisetig; Situm (35’st Rolando), Folorunsho, Liotti (17’st Bellomo); Rivas. A disp.: Plizzari, Farroni, Mastour, Marcucci, De Rose, Vasic, Gasparetto, Peli. All.: Baroni
Arbitro: Amabile di Vicenza (Caliari di Legnago e Di Gioia di Modena; quarto uomo Illuzzi di Molfetta)
Reti: Bellomo (Reggina) al 44’st.
Note: espulso Stavropoulos al 42’st per doppio giallo. Angoli: 4-8. Recuperi: 0’ e 4’. Partita giocata a porte chiuse