Reggina-Reggiana, la rete di Kargbo
Reggina-Reggiana, la rete di Kargbo

Reggio Emilia, 17 aprile 2021 - Sconfitta pesante per l'obiettivo salvezza in quel di Reggio Calabria: ora per la Reggiana si fa sempre più dura. L’Ascoli ieri ha vinto con la Spal, e ora la classifica dice: Pordenone 37 (due partite in meno), Ascoli 37, Cosenza 32, Reggiana 31, Pescara 28 (una partita in meno). Lo scarto con l’Ascoli è di 6 punti (5 col Cosenza) ad oggi escluderebbe i playout, e le ultime quattro retrocederebbero direttamente in C. Diventa decisiva Reggiana-Pordenone di martedì (20 aprile). In caso di vittoria si riaccenderebbero le speranze per i playout.

In mediana torna titolare Muratore (l’ultima risaliva al 14 febbraio, in casa con l’Ascoli), mentre Radrezza parte dalla panchina e davanti con Kargbo c’è Laribi. Pronti, via, e la Reggiana per l’ennesima volta concede un gol in apertura di gara; siamo al 4’ quando Situm riceve un cross e prova il tiro, ma Kirwan lo mura in angolo. E, proprio dal corner, arriva il vantaggio calabrese con Montalto che anticipa Rozzio sul primo palo bucando Venturi.

Regna l’equilibrio, e per una seconda occasione da rete dobbiamo andare al 27’, e si tratta ancora di un corner, ma stavolta per la Reggiana: Ajeti è impetuoso nello stacco potente, ma la palla, schiacciata a terra, schizza di poco sopra la traversa. L’1-0, immeritato, sembra incanalare il primo tempo su binari ben definiti, ma nel primo dei due minuti di recupero Kargbo segna un bel gol pareggiando i conti: Laribi lo serve nel settore sinistro dell’area, e “l’imperatore” col mancino stavolta (erano stati diversi gli errori nelle scorse partite da posizioni analoghe) incrocia perfettamente mettendola a fil di palo.

La ripresa ha visto le due squadre attente a concedere poco, con la Reggiana ordinata e pronta a ripartire (ma in maniera imprecisa). La prima occasione è sui piedi del neo entrato “Tanque” Denis, ma il destro da buona posizione termina alto. La gara si accende negli ultimi minuti: a 3’ dal novantesimo la Reggina trova il gol vittoria, confezionato da due subentri; Liotti sovrasta di testa Libutti, la sponda è perfetta per Rivas che con un tiro sporco la insacca dopo i tentativi vani di Yao e Venturi.

La Reggiana reagisce con Kirwan, che di testa impatta bene un cross di Radrezza, ma la mira anche in questo caso non è precisa e la palla sorvola la traversa. Al 90’ un episodio  che farà discutere: bel lancio dalle retrovie per Lunetta, che al volo col mancino trova un grandissimo gol per il 2-2 che per quanto visto sarebbe stato anche il risultato più giusto. Praticamente nello stesso istante del tiro, però, l’arbitro Mariani ha alzato il braccio segnalando posizione di fuorigioco. Rivedendo l’azione si può constatare come Lunetta sia in posizione sicuramente regolare; è in evidente offside, invece, Kirwan, che saltando verso la palla e andando a contatto con un difensore, è stato giudicato dalla terna in posizione irregolare attiva. Situazione border-line.

Il tabellino

Reggina-Reggiana 2-1

Reggina (4-2-3-1): Nicolas; Delprato, Cionek, Loiacono (31’st Stavropoulos), Di Chiara; Bianchi (31’st Crimi), Crisetig; Edera (12’st Rivas), Folorunsho (31’st Liotti), Situm; Montalto (12’st Denis). A disp.: Guarna, Plizzari, Okwonkwo, Bellomo, Chierico. All.: Baroni

Reggiana (3-5-2): Venturi; Ajeti, Rozzio Yao; Libutti, Varone (36’st Lunetta), Rossi (28’st Ardemagni), Muratore (36’st Espeche), Kirwan; Laribi (22’st Radrezza), Kargbo. A disp.: Cerofolini, Zampano, Zamparo, Costa, Pezzella, Cambiaghi. All.: Alvini

Arbitro: Mariani di Aprilia (Fiore e Mokthar; IV uomo Marchetti)

Reti: Montalto (Reggina) al 5’, Kargbo (Reggiana) al 46’pt, Rivas (Reggina) al 42’st.

Note: ammoniti Montalto. Angoli: 2-4. Recuperi: 2’ e 4’. Gara giocata a porte chiuse.