Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Guastalla, trova casa la Quadreria della Maldotti / FOTO

Inaugurato un percorso espositivo a palazzo ducale

Ultimo aggiornamento il 17 giugno 2018 alle 16:28
Prime visite alla Quadreria

Guastalla (Reggio Emilia), 17 giugno 2018 – Una selezione di quasi cinquanta dipinti appartenenti alla collezione della Biblioteca Maldotti da ieri sera è allestita in modo permanente in un’ala del primo piano del palazzo ducale di Guastalla. Finora i dipinti che costituiscono la “quadreria” erano stati conservati e in buona parte restaurati a cura della congregazione della Biblioteca Maldotti, che non dispone però degli spazi per esporli in condizioni adeguate a una fruizione costante da parte del pubblico (FOTO).

L’allestimento colloca i quadri in un contesto studiato appositamente una ampia selezione delle collezioni maldottiane fra le quali figurano alcuni capolavori fino ad oggi noti soltanto a pochi specialisti. La costruzione del percorso espositivo ha fornito l’occasione per studiare alcune opere e per ricostruire interessanti figure di collezionisti del passato guastallese. L’inaugurazione alla presenza del sindaco Camilla Verona, del vicario diocesano mons. Alberto Nicelli (il quale ha invitato i cittadini a sostenere in modo concreto la Congregazione che gestisce l’antica biblioteca Maldotti), i curatori del progetto e numerosi cittadini. Dopo il taglio del nastro si è svolta una visita guidata. 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.