Aprì le bombole di gas del condominio a Reggio Emilia: arrestato per strage

L’uomo ha seminato il terrore a Guastalla: aveva litigato con i vicini per tutto il giorno. Per fortuna venne lanciato l’allarme in tempo e nessuno si fece male

Fuga di gas provocata: per questo l'uomo è stato arrestato

Fuga di gas provocata: per questo l'uomo è stato arrestato

Reggio Emilia, 29 giugno 2023 –  È stato arrestato e condotto in carcere, con l'accusa di strage, il 39enne che la sera del 16 giugno scorso a Guastalla, nella Bassa Reggiana, aveva aperto le valvole delle bombole di gas in cantina: secondo l’accusa, infatti, il suo intento era far esplodere il condominio dopo aver discusso con una famiglia al piano di sopra.

L'uomo inoltre dovrà rispondere di evasione: l’uomo, infatti, sarebbe dovuto restare ai domiciliari in orari notturni a seguito di una condanna per truffa.

La giornata di ordinaria follia inizia alle 14 quando l'uomo, in stato d'agitazione, distrugge la siepe condominiale con l'auto. Un vicino scende e sposta l’auto per paura che venga danneggiata e chiama anche i carabinieri, ma il 39enne lo minaccia: “Sei finito” e fa il segno della croce con le dita.

All'arrivo dei militari, l'uomo comincia a correre scalzo, sferrando un calcio contro un albero. Dopo circa un'ora e mezzo, le forze dell'ordine riescono finalmente a calmarlo e a riportarlo in casa. Ma intorno alle 17 scatta di nuovo l’allarme, stavolta in un supermercato dove l'uomo minaccia il titolare. I carabinieri gli ritirano la patente e sequestrano il mezzo.

Una volta tornato a casa, il 39enne se la prende di nuovo con i vicini: "Cosa credevate? Sono tornato, adesso ve la faccio vedere io...", poi scaglia qualcosa  e rompe il vetro di un’auto. A quel punto, chiama lui stesso il 112 dicendo che all'indomani avrebbe ucciso un carabiniere con un coltello.

Poco dopo, intorno alle 23,15, ancora l'allarme dei residenti che avevano sentito un forte odore di gas provenire dalla cantina dove l'uomo aveva aperto le valvole delle bombole di Gpl. I vigili del fuoco mettono in sicurezza il condominio che nel frattempo era stato evacuato, mentre i carabinieri arrestano l’uomo