Sabato 18 maggio l'iniziativa "R-Day 2"
Sabato 18 maggio l'iniziativa "R-Day 2"

Reggio Emilia, 16 maggio 2019 - I volti, i documenti, le formule stringate dell’addetto amministrativo che indicano il giorno di assunzione, il reparto di assegnazione e le mansioni, il licenziamento e la riassunzione, un permesso, le ferie… Piccolegrandi tracce del lavoro e della vita di 22.000 persone: operai, impiegati, progettisti, dirigenti che dal 1904 al 1994 hanno speso i loro giorni, i loro ideali, la loro competenza e perizia, la loro fatica nei 600.000 metri quadrati di capannoni, uffici e servizi a Santa Croce di Reggio Emilia, nelle Officine Meccaniche Reggiane. Quelle 22.000 cartelle personali, dopo un lungo intervento di riordino recentemente conclusosi con la loro catalogazione e inventariazione, sono state trasferite nei giorni scorsi dai magazzini comunali - dove erano temporaneamente depositate per problemi di spazio - in un’apposita sezione allestita nel Polo archivistico, in via Dante Alighieri 11 (Chiostri di San Domenico), gestito da Istoreco.

D’ora in poi saranno direttamente consultabili, nel rispetto delle leggi in materia archivistica e di privacy, da parte di studiosi, ricercatori, famigliari degli stessi ex dipendenti, e sabato 18 maggio l’iniziativa “R-Day 2” aprirà le porte su questa preziosa documentazione offrendo, nel contempo, altre opportunità. Il programma prevede infatti, a partire dalle ore 15 e sino alle 18, la possibilità di effettuare visite guidate alla nuova sezione, di ottenere informazioni dagli storici di Istoreco e, per gli ex lavoratori o i loro famigliari, di lasciare la propria testimonianza, che andrà ad arricchire la ricerca avviata dal Centro teatrale MaMiMò e da Spazio Gerra finalizzata a realizzare, in collaborazione con la Fondazione I Teatri, uno spettacolo dedicato al personale delle “Reggiane” da proporre nella stagione di prosa 2019-2020.

Al termine della giornata verrà inoltre effettuata, in anteprima, una proiezione delle video interviste sino ad ora raccolte. Si tratta di un altro passo avanti del progetto di salvaguardia, riordino e valorizzazione dell’Archivio storico delle Officine Reggiane – disegni tecnici, fondo fotografico, cartelle del personale, libri sociali, video e oggetti – donato dall’imprenditore Luciano Fantuzzi al Comune di Reggio Emilia. Alla realizzazione di tale progetto, avviato nel 2015, partecipano, insieme all’Amministrazione comunale - Biblioteca Panizzi, Iren, STU-Società di trasformazione urbana “Reggiane”, UniMoRe-Università degli studi di Modena e Reggio, ICAR-Istituto centrale per gli archivi, Soprintendenza archivistica e bibliografica dell’Emilia Romagna, con la collaborazione di Istoreco e Spazio Gerra.