Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
31 mag 2022

Attenti, per Fido l’asfalto è bollente Meglio passeggiare sul prato

31 mag 2022

L’estate sta arrivando e il caldo si è fatto sentire di buon’ora. Non lo abbiamo avvertito solo noi con l’aumento della sudorazione, ma soprattutto i nostri cani che non sudando iniziano ad aumentare la frequenza respiratoria e rimanere a bocca aperta con la lingua a penzoloni.

Sì, infatti respirare a bocca spalancata serve a dissipare il calore per mantenere la temperatura corporea in equilibrio, circa 38 – 38,5 gradi.

Il cane, anche il più alto, cammina molto vicino al terreno e con i cuscinetti plantari, che seppur rivestiti da uno strato corneo, sono molto sensibili alle alte temperature.

Dovete sapere che l’asfalto sotto il sole raggiunge temperature elevatissime, dai 50 gradi a temperature dell’aria di 25 gradi fino a 85 gradi con temperature esterne di 35.

Anche di sera quando l’aria si rinfresca, l’asfalto inizia a disperdere calore e i cani che respirano a pochi centimetri dal manto stradale lo avvertono, e anche se noi sentiamo un dolce frescolino serale, loro là in basso no, a meno che non andiamo su un bel prato verde.

Per essere un pochettino più pratici, prima portate il vostro cane a fare una bella passeggiata e fate una prova: tenete la vostra mano o il vostro piede ben premuti sull’asfalto per non meno di 5 secondi, se resistete senza problemi può essere indicata una passeggiata altrimenti no. Quando l’asfalto ha una temperatura di 55 gradi la pelle si distrugge già dopo 60 secondi. Pensate che a 55 gradi un uovo può friggere in soli 5 minuti. Quindi se durante una passeggiata notate che il vostro preferisce sdraiarsi a terra all’ombra anziché passeggiare, oppure lo vedete saltellare o zoppicare significa che inizia ad avere delle ustioni sulla pelle.

I più incoscienti, per godersi il caldo serale portano il cane a fare lunghe passeggiate in bicicletta facendosi addirittura tirare dal cane e rischiando così un pericoloso colpo di calore che potrebbe essergli fatale.

Quindi in estate è bene fare le passeggiate non sull’asfalto e prediligere le ore più fresche della sera, assolutamente non farsi tirare né costringerlo a lunghi percorsi con la vostra bici. Una volta tornati a casa è sempre buona cosa dargli un po’ di refrigerio bagnandogli i polpastrelli e le zampe.

Se invece ansima molto un ottimo consiglio è di dargli una bella rinfrescata delle ascelle e dell’inguine: li aiuterà a raggiungere l’equilibrio termico il più velocemente possibile.

Catte 63

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?