LUCIANO MANZOTTI
Cronaca

Atterraggio di emergenza. Cessna finisce nei campi

L’aereo della scuola di paracadutismo Bfu ha avuto "un problema al motore". Il direttore Haim: "Il pilota per fortuna è illeso, ma noi saremo chiusi per mesi".

Atterraggio di emergenza. Cessna finisce nei campi

Atterraggio di emergenza. Cessna finisce nei campi

Un aereo Cessna 2008 ha effettuato un atterraggio di emergenza poco dopo le 20 di ieri, nella zona di Villa Curta, a Reggio. L’aereo aveva appena effettuato un volo per la scuola di paracadutismo Bfu che ha sede al Campovolo di Reggio e il pilota stava rientrando. Si trattava del sedicesimo/diciassettesimo lancio della giornata.

Tutto come da programma: il decollo, l’arrivo a quota 4.200 metri, il lancio del paracadutista e il pilota che torna alla base.

Qualcosa, però, deve essere andato storto sul finale e il piccolo velivolo non è riuscito ad arrivare alla pista di atterraggio, finendo la corsa nei campi, all’altezza di via Pinotti a Reggio. Per fortuna il pilota non ha riportato gravi lesioni. Anzi, "per fortuna neanche un graffio", assicurano dalla Bfu.

Sul posto sono subito intervenuti i vigili del fuoco e gli agenti della polizia di Stato.

"Il pilota dice di aver avvertito un calo di potenza nel ’corto’ finale, un problema del motore, forse la pompa del motore – spiega Paolo Haim, direttore della Bfu –. Quando sei lì e non sei sicuro di arrivare in aeroporto... Ha preferito scendere sui campi. Era solo, aveva fatto il lancio. L’aereo era già quasi fermo, solo che il ruotino si è infilato in un fosso".

Il direttore Haim non si spiega cosa possa essere accaduto: " In genere non succede, l’aereo fa tutte le manutenzioni che deve – prosegue –. Nella manovra di atterraggio l’aereo era al minimo, nel riattaccare non ha trovato la potenza e ha effettuato un atterraggio di emergenza".

Il Cesna è poi finito in un piccolo fosso, impuntandosi. "Le pale dell’elica si sono piegate nell’entrare nel fossetto, quando succede questo ci sono conseguenze nella turbina e tutto l’albero di trasmissione dovrà essere sostituito. Per fortuna non è accaduto nulla al pilota. Ma questo comporterà un lungo stop alla scuola, purtroppo nel momento di più grande lavoro per noi. Siamo assicurati, ma si tratta di un aereo americano e ora non può volare. Dobbiamo attendere i tecnici dalla Francia, che dovranno valutare l’accaduto. Noi per qualche mese siamo fermi", conclude Haim amaro.

Benedetta Salsi