Quotidiano Nazionale logo
12 mag 2022

Beniamino De Masi morto sul lavoro a 51 anni nel cantiere di Lerici. Il giallo del video

A crollare è stato il solaio del rustico nel quale stava lavorando. La vittima era residente a Montecchio Emilia. Nelle immagini delle telecamere spunta una terza persona

LA SPEZIA BARCOLA LERICI INCIDENTE SUL LAVORO : MUORE SCHIACCIATO DA UN SOLAIO  CINQUANTUNENNE RESIDENTE NELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA INTERVENTO CARABINIERI, VIGILI DEL FUOCO; MAGISTRATO Federica Mariucci  sul posto anche Gianni Carassale e Andrea Fabi colonnello Carabinieri
l corpo di Beniamino De Masi viene trasportato dai vigili del fuoco che lo hanno estratto

Montecchio Emilia (Reggio Emilia), 12 maggio 2022 - La vittima dell'ennesima tragedia sul lavoro aveva solo 51 anni. L'infortunio nel quale ha perso la vita è successo ieri pomeriggio, intorno alle 16 a Barcola di Lerici. Beniamino De Masi, operaio edile originario di Napoli ma residente a Montecchio Emilia (Reggio Emilia), stava lavorando sul tetto del rustico. Insieme a un collega (ma dal video acquisito dai carabinieri spunta anche una terza persona) stava lavorando da circa una settimana alla ristrutturazione e ampliamento di un piccolo edificio in pietra sulle colline nel primo entroterra della cittadina ligure, quando è rimasto vittima dell'improvviso crollo del solaio.

De Masi non era sposato e non aveva figli, la terribile notizia è stata comunicata al fratello, anche lui residente nel reggiano. Lavorava regolarmente per conto di una ditta di Parma, la Edil 2, che operava in sub appalto per una ditta di Sarzana. E’ morto sul colpo.

Almeno due le persone che avrebbero assistito al tragico incidente: oltre al collega del muratore (rimasto lievemente ferito nel crollo del solaio) anche un residente (il primo a dare l'allarme).

Il cantiere è ora sotto sequestro per ordine della Procura della Spezia. Sul caso indaga la pm di turno Federica Mariucci. I due testimoni sono stati ascoltati dai carabinieri per capire la dinamica dell'ennesima tragedia sul lavoro. Gli stessi militari dell'Arma della Spezia sono venuti in possesso di un video che ha immortalato le lavorazioni in corso all'interno del cantiere di Lerici nel giorno della tragedia.

Le immagini, già visionate dagli inquirenti, si interrompono pochi secondi prima dell'incidente mortale, ma sarebbero ritenute molto preziose per tentare di ricostruire la catena di eventi che ha portato al tragico evento. 

La clip mostra inoltre la presenza di una terza persona, un uomo che si era però già allontanato al momento dell'arrivo dei soccorsi, facendo perdere le proprie tracce. I carabinieri stanno lavorando per identificarlo.

Gli inquirenti hanno acquisito in mattinata, presso gli uffici comunali di Lerici, documenti inerenti i permessi edilizi, la comunicazione di inizio lavori e i profili legati alla sicurezza del cantiere. Nelle prossime ore la Procura della Spezia dovrebbe infine ordinare l'effettuazione dell'autopsia sul corpo della vittima.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?