Capoluogo, pagella sufficiente In linea con le città vicine Già appaltati metà dei fondi

La città ottiene un "2 su 4" come voto nella classifica delle risorse per ciascun abitante. L’utilizzo sarà variegato: dall’edilizia scolastica all’acquisto di autobus ad emissioni zero.

Capoluogo, pagella sufficiente  In linea con le città vicine  Già appaltati metà dei fondi
Capoluogo, pagella sufficiente In linea con le città vicine Già appaltati metà dei fondi

Reggio capoluogo è naturalmente il Comune che riceverà più fondi dal Pnrr: 168 milioni e 260mila euro. Cifra che rapportata al numero di cittadini, secondo la classifica regionale, consegna un ‘2’ come voto (quindi sufficiente) con 1.330 euro pro capite; in linea peraltro con Modena e Parma.

Andando ad analizzare i progetti più importanti – al momento il Comune fa sapere che del computo totale sono stati assegnati 92 milioni di euro, di cui 6,5 incassati – spicca anche in questo caso l’edilizia scolastica con 10 milioni di euro per la demolizione e ricostruzione della scuola Aosta (nella foto com’è adesso) in via Cecati. Altri 9 saranno investiti per migliorare la digitalizzazione del Santa Maria Nuova, mentre 8 andranno per l’acquisto di autobus ‘a emissioni zero’; stessa cifra anche per l’edilizia residenziale in via Paradisi.

Passando a interventi minori – ma pur sempre rilevanti – ben 4,3 milioni sono destinati alla realizzazione di una diga sul Crostolo per migliorare la sicurezza strutturale e idraulica del torrente, 3 milioni per una passerella ciclopedonale che collegherà piazzetta Secchi alle ex Reggiane, che va di pari passo con i 2,8 milioni per il ‘cavalcaferrovia ciclopedonale’ che unirà il campus San Lazzaro con il nuovo parco dello sport al Campovolo. Infine dal punto di vista sportivo, spiccano i 2,5 milioni di euro per la cittadella dello sport a Masone e un altro per la riqualificazione del Mirabello. Tra le opere c’è anche una ‘superciclabile’ di 860mila euro da realizzare nell’area sud della città.

ste. c.