L’assessore regionale Andrea Corsini con politici e operatori turistici
L’assessore regionale Andrea Corsini con politici e operatori turistici
Si alza oggi la sbarra a Cerreto Laghi: la riapertura degli impianti di risalita segna, dopo il fermo imposto dalla pandemia, l’avvio di una nuova stagione estiva all’insegna di una maggiore libertà affidata al buon senso di ogni individuo per evitare la ripresa di eventuali focolai. "L’inverno è stato lungo e difficile, tanta neve e niente sciatori - afferma Marco Giannarelli, direttore di Turismo Appennino,...

Si alza oggi la sbarra a Cerreto Laghi: la riapertura degli impianti di risalita segna, dopo il fermo imposto dalla pandemia, l’avvio di una nuova stagione estiva all’insegna di una maggiore libertà affidata al buon senso di ogni individuo per evitare la ripresa di eventuali focolai. "L’inverno è stato lungo e difficile, tanta neve e niente sciatori - afferma Marco Giannarelli, direttore di Turismo Appennino, società che gestisce la stazione cerretana –. Abbiamo aperto gli impianti solo per gli atleti degli sci club tesserati Fisi. L’abbiamo fatto per spirito di collaborazione, anche se per noi è stato solo un costo. Oggi è un giorno di festa particolare per tutti noi operatori cerretani, finalmente si torna alla vita con i nostri clienti abituali, i nostri amici di sempre. Abbiamo aperto gli impianti di risalita e il rifugio La Piella. Fino a metà luglio li apriremo solo nei weekend, poi tutti i giorni".

L’assessore regionale al turismo Andrea Corsini due giorni fa ha incontrato, proprio a Cerreto Laghi, operatori ed amministratori comunali. Presenti, con il sindaco di Ventasso e presidente dell’Unione Comuni montani Antonio Manari, gli assessori Marco Correggi e Francesco Ferretti, il presidente del Parco Nazionale Fausto Giovanelli, il direttore di Turismo Appennino Marco Giannarelli e altri operatori locali. Corsini ha parlato degli investimenti messi in campo anche dalla Regione e che entro l’anno prossimo daranno i primi risultati concreti. L’assessore regionale, con Manari e Giannarelli, ha visitato l’interno del palaghiaccio che nei giorni scorsi è stato oggetto di critiche da parte della minoranza consiliare per lo stato dei lavori. L’impegno comune è di accelerare in modo da completarli entro fine anno.

In questi giorni prenderanno il via anche i lavori per realizzare l’attesa seggiovia della Valle Fonda per la quale la Regione ha previsto un finanziamento di 700 mila euro. L’assessore ha reso noto che importanti contributi saranno messi a disposizione da Regione e Governo per operatori e maestri di sci delle località sedi di stazioni sciistiche.