Si avvia verso la fine l’udienza preliminare del procedimento ‘Angeli e demoni’, incentrato sui presunti affidi illeciti di bambini che sarebbero avvenuti a opera di assistenti sociali del polo di Bibbiano e altri professionisti. Davanti al gup Dario De Luca, ieri è stata sentita la psicologa Melania Scali, consulente nominata dal pm Valentina Salvi: l’esperta si è concentrata sull’analisi delle sedute di psicoterapia fatte a una ragazzina dall’imputato Claudio Foti, sostenendo che lui l’abbia suggestionata. Secondo l’accusa, Foti, presidente della onlus torinese ‘Hansel e Gretel’, durante le sedute avrebbe ingenerato nella minorenne la convinzione di essere stata abusata dal padre e dal socio, causandole anche disturbi depressivi. Nelle scorse udienze il lavoro dello psicologo Foti, accusato di frode processuale e lesioni, è stato definito corretto ed encomiabile da due consulenti della difesa: Luigi Cancrini, noto psichiatra con un passato in politica e Mauro Mariotti, ex primario di Neuropsichiatria infantile a Correggio e Modena. Foti ha fatto dichiarazioni spontanee: ha detto che lui voleva aiutare la ragazzina e ha difeso la bontà del proprio metodo di psicoterapia.

al.cod.