Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
8 giu 2022

"Coinvolgeremo i cittadini nella vita del paese"

Il candidato sindaco Alessandro Spanò punta sulla partecipazione e sul ruolo dei giovani: "Riprenderemo a fare le assemblee"

8 giu 2022
ylenia rocco
Cronaca

di Ylenia Rocco

Partecipazione e coinvolgimento della cittadinanza. E’ uno tra gli aspetti principali del programma elettorale proposto dalla lista civica "Insieme per Campegine", appoggiata dal partito democratico, che sostiene l’aspirante sindaco Alessandro Spanò.

"In questi anni, la comunicazione istituzionale è stata svolta attraverso i social. - spiega l’aspirante sindaco- Tra l’altro, nemmeno con l’utilizzo di pagine amministrative ma con i gruppi creati dai cittadini".

La Lista, convinta della necessità di fare maggiore comunicazione, ritiene che tuttavia i metodi debbano essere altri.

"Vogliamo reimpostare la comunicazione istituzionale attraverso gli strumenti consoni: un sito efficace e una pagina che svolga l’attività di informazione, dove i cittadini possano riconoscere il comune come ente".

La partecipazione della cittadinanza invece deve essere sollecitata come al tempo dei romani con i Comizi Curiati: attraverso le assemblee pubbliche.

"Le assemblee devono avere lo scopo di illustrare i progetti più importanti che si auspicano per il paese -continua Spanò - ma anche occasione per accogliere eventuali situazioni di criticità e le relative proposte".

Al tema della partecipazione collega quello della trasparenza: "La comunicazione deve essere quanto più trasparente possibile, soprattutto per riportare le persone ad essere più consapevoli di ciò che si fa in comune: motivo delle criticità, delle scelte a livello di bilancio o di urbanistica".

Per Alessandro Spanò la gente si è allontanata troppo dalla politica: "In un paese piccolo come il nostro è necessario che ci sia più vicinanza, coinvolgimento e consapevolezza dei cittadini. Per allontanare l’idea che la politica è un ambito gestito sempre dai soliti pochi bisogna far tornare i cittadini partecipi. Il coinvolgimento della cittadinanza si otterrà solo con una maggior presenza e disponibilità della giunta, che ci prefiggiamo di fare".

Nella lista degli aspiranti consiglieri, spicca la giovane età di molti. Nel gruppo infatti si uniscono una nuova generazione di cittadini attivi e aspiranti amministratori.

"Il tema - asserisce Spanò- è passare il testimone politico. Questo significa non solo pensare ad oggi ma anche a chi domani porterà avanti tutta l’organizzazione istituzionale e politica. La materia è complessa, per questo bisogna far appassionare i più giovani, perché anche loro hanno un ruolo fondamentale sul territorio". Quello che si critica dell’ormai ex giunta è anche la mancanza di personale negli uffici comunali che si traduce in una tardiva risposta ai cittadini. Ma anche anche il mancato contatto con le associazioni del territorio o con i musei.

L’aspirante sindaco, 34 anni, è nato e cresciuto a Campegine. Laureato in scienze della comunicazione, da 8 anni lavora in prefettura a Reggio Emilia, dove segue prevalentemente tematiche legate alla legalità e alla sicurezza pubblica. Per cinque anni ha fatto parte del consiglio comunale ed è stato presidente Anpi di Campegine, dalla cui carica si è dimesso prima della campagna elettorale per non entrare in conflitto di interessi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?