Quotidiano Nazionale logo
19 apr 2022

Contributi per chi rischia lo sfratto per morosità incolpevole

I cittadini di Casalgrande, Castellarano, Rubiera e Scandiano che rischiano lo sfratto per morosità incolpevole possono accedere a contributi fino a un massimo di 3.000, 6.000, 8.000 o 12.000 euro. E’ quanto prevede il bando pubblicato dall’Unione Tresinaro Secchia sul quale sono riportati requisiti richiesti, documentazione da presentare, cause di esclusione, criteri preferenziali (come l’essere in carico ai servizi sociali dell’Unione o la presenza all’interno del nucleo familiare di un ultrasettantenne, un minore o un invalido almeno al 74%), importi e tipologia dei contribuiti.

La morosità incolpevole è prevista per quegli inquilini che non abbiano potuto provvedere al pagamento dei canoni di locazione a causa della perdita o di una consistente riduzione della propria capacità reddituale a seguito, a titolo esemplificativo, di licenziamento, accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell’orario di lavoro, cassa integrazione che limiti notevolmente la capacità reddituale, mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipici, cessazione di attività libero-professionali o imprese registrate per cause di forza maggiore. Anche malattie gravi, infortuni o decessi di un componente del nucleo familiare o separazioni possono rientrare tra le cause così come l’aver subito, per l’emergenza Covid, una perdita del reddito familiare, ai fini Irpef, superiore al 25%. L’avviso è pubblicato sul sito internet dell’Unione.

m.b.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?