Un medico e una paziente in un reparto specializzato Covid-19
Un medico e una paziente in un reparto specializzato Covid-19

Reggio Emilia, 29 marzo 2020 - Niente da fare: il tanto atteso calo, almeno per questa settimana, non arriverà. Il bollettino sui contagiati da Coronavirus nella provincia di Reggio parla di 154 nuovi casi (2.154 il totale), e soprattutto di altri 14 decessi, che portano purtroppo il dato a 178 vittime a causa del Covid.

Dei positivi, solo 3 sono in terapia intensiva (71 dall'inizio dell'epidemia), 127 risultano in isolamento domiciliare (1.272) e 24 ricoverati tra infettivi e altri reparti (795). Le vittime - su cui l'Ausl non ha fatto riferimenti riguardante l'età - erano residenti a Guastalla, Bagnolo, Quattro Castella, Rio Saliceto, Reggiolo, Campagnola, Scandiano e Baiso. Nessuno a Reggio, mentre due erano originari di Milano e di Vinci, a Firenze.

Leggi anche - Coronavirus Emilia Romagna, quasi cento morti in un giorno. "Numeri ancora alti"

"Continua il trend osservato nei giorni precedenti – ha ribadito il commissario regionale Sergio Venturi –. C'è una moderata riduzione dei casi percentuali, confermati dalla riduzione degli accessi al pronto soccorso e, attraverso il 118, in ospedale per polmonite interstiziale. Mentre il numero dei decessi (tornato a salire a 89 dopo i 77 di sabato), seppur in attesa di un calo, rimane alto. Le misure di distanziamento sociale comincino a dare i primi risultati, ma non è questo il momento di mollare: rispettiamo tutti regole e restrizioni".  

Leggi anche Emilia Romagna, pm10 alle stelle – Bollette e mutui: come funziona – La nuova autocertificazione