"Dal prossimo anno si deponga una corona di fiori anche nello storico sacrario del monumentale"

Proposta di Marco Montipò: celebrare il 4 Novembre depositando fiori nel sacrario del cimitero monumentale di Reggio, che ospita i soldati italiani e austro-ungarici. Approvata dal console d'Ungheria in Italia.

"Dal prossimo anno si deponga una corona di fiori anche nello storico sacrario del monumentale"

"Dal prossimo anno si deponga una corona di fiori anche nello storico sacrario del monumentale"

"Dal prossimo anno si celebri il 4 Novembre depositando i fiori anche nel sacrario all’ interno del cimitero monumentale". A lanciare la proposta è il ricercatore e storico reggiano Marco Montipò. "Questo luogo – spiega – rappresenta, più di ogni altro, la pietà umana e la fratellanza tra i popoli, in quanto ospita le salme dei soldati italiani e austro-ungarici. Tutti uniti dallo stesso dolore e dal tragico destino. Il sacrario acquista ancora maggior valore se si considera la storia del campo di prigionia di Scandiano, che ha ospitato per quasi tre anni oltre 1000 prigionieri. Nel reggiano, questi prigionieri furono trattati bene, ma purtroppo alcuni di loro morirono e furono sepolti nel sacrario di Reggio. Grazie al campo di Scandiano si è sviluppato un legame speciale soprattutto con l’Ungheria. Di recente anche docenti dell’Università di Budapest, in particolare Balázs Juhász, hanno avviato studi e pubblicazioni in merito". La proposta di Montipò è stata inoltre condivisa dal console d’Ungheria in Italia Erzsébet Miliczky: "Fin da subito concediamo la massima disponibilità per future iniziative che promuovano la storia del Campo di Scandiano, la pace e la fratellanza tra i popoli".