Dengue, avanti con la disinfestazione: "Evitare il diffondersi della malattia"

A Fontana due casi. Cavallaro: "L’Ausl monitora la situazione, raccomandato l’uso di repellenti". A Casalgrande misure in una ditta. Oggi la distribuzione di 500 confezioni di larvicidi ai residenti.

Dengue, avanti con la disinfestazione: "Evitare il diffondersi della malattia"

Dengue, avanti con la disinfestazione: "Evitare il diffondersi della malattia"

A Fontana di Rubiera sono continuate le operazioni di disinfestazione dopo la scoperta di due casi di febbre virale Dengue. La malattia non si trasmette direttamente da uomo a uomo, ma solamente attraverso la puntura di una zanzara infetta. "Non ho notizie di altri casi – assicura Emanuele Cavallaro, sindaco rubierese –. Abbiamo proseguito con la disinfestazione sul suolo pubblico per eliminare le zanzare tigre che potrebbero essere state in contatto con le due persone coinvolte: l’obiettivo è di evitare il diffondersi della malattia. L’Ausl sta monitorando la situazione. È sempre raccomandato l’utilizzo di repellenti contro le punture soprattutto all’aperto e in alcuni orari della giornata".

Le attività di disinfestazione, oltre a un’ampia area di Fontana, sono state compiute in un’azienda di Casalgrande. "A Casalgrande non ci sono casi di febbre Dengue: stiamo rispettando il protocollo con le disposizioni dell’Ausl che, nel nostro comune, hanno riguardato un’azienda", sottolinea il primo cittadino Giuseppe Daviddi. Il Comune di Casalgrande ha intanto comunicato che oggi, dalle 8.30 alle 12.30, saranno distribuite ai cittadini che ne faranno richiesta 500 confezioni di prodotti larvicidi contro la zanzara tigre. Le confezioni possono essere ritirate dai soli residenti di Casalgrande (massimo una per famiglia) all’Urp, in municipio al piano terra. Le confezioni rimanenti saranno ancora distribuite nei giorni di apertura ordinaria dell’Urp, dal martedì al sabato dalle 8.30 alle 12.30. L’iniziativa da tempo era stata programmata. A Fontana per tre notti di fila nelle aree pubbliche la ditta incaricata ha eseguito un trattamento larvicida e adulticida entro alcune centinaia di metri dai luoghi interessati. Gli operatori della ditta hanno anche raggiunto le abitazioni per il servizio gratuito del ‘porta a porta’ in tutti i cortili e le aree all’aperto private.

Matteo Barca