Disagio e isolamento sociale giovanile: se ne discute insieme

Martedì 20 febbraio si terrà a Correggio un incontro sul ritiro sociale in adolescenza, presentando il progetto "Fuori dall'isola" per prevenire il disagio giovanile. Il fenomeno colpisce ragazzi e ragazze, portando a disturbi come ansia e depressione, spesso causati dal bullismo. L'obiettivo è riconoscere e prevenire questa grave forma di disagio, offrendo un ambiente sicuro per coloro che ne sono coinvolti.

Disagio e isolamento sociale giovanile: se ne discute insieme

Disagio e isolamento sociale giovanile: se ne discute insieme

Un incontro con due psicologhe che lavorano con i ragazzi sul fenomeno del disagio e del ritiro sociale giovanile. Martedì 20 febbraio alle 21, alla sala Recordati di palazzo dei Principi a Correggio, si svolge l’incontro "Ritiro sociale in adolescenza", con presentazione del progetto "Fuori dall’isola. Per prevenire il disagio e l’isolamento sociale". Il ritiro sociale è una condizione che coinvolge in misura preoccupante giovani e rispettive famiglie. Un fenomeno che colpisce equamente ragazzi e ragazze. Una grave forma di disagio che può diventare patologia (disturbi d’ansia, depressione) con motivazioni differenti, tra cui il bullismo, che nel 44% dei casi porta all’abbandono delle attività scolastiche. "Quello del ritiro sociale – dice l’assessore Maria Chiara Oleari – è un fenomeno che ci deve trovare pronti, come comunità educante, a riconoscerlo e a lavorare sulla sua prevenzione. Il progetto vuole intercettare soprattutto le situazioni borderline, accogliendole in un contesto sicuro".