La caserma di Brescello
La caserma di Brescello

Brescello (Reggio Emilia), 23 gennaio 2020 – I carabinieri di Brescello hanno denunciato tre giovani, tutti abitanti in provincia di Ancona, per associazione per delinquere finalizzata all’estorsione. Le indagini avevano preso il via quasi un anno fa, nel febbraio 2019, quando un ragazzo abitante a Brescello si era rivolto ai carabinieri denunciando di essere vittima di un’estorsione da parte di alcune persone conosciute in chat.

Dopo i primi approcci, il giovane, fidandosi dei suoi interlocutori, aveva cominciato a scambiare con questi foto intime, fino a quando non sono arrivate le minacce di rendere pubbliche le sue immagini se non avesse provveduto a ricaricare una carta di credito da loro indicata.

Costretto dalla situazione, quindi, il brescellese ha effettuato numerose ricariche della carta per un importo complessivo di oltre ottomila euro, fino a quando, non riuscendo più a soddisfare le loro richieste, si è rivolto alle forze dell’ordine. Le indagini hanno consentito di identificare due ragazzi di 19 e 21 anni e una ragazza minorenne, tutti abitanti in provincia di Ancona.

Ultimati gli accertamenti, i carabinieri hanno proceduto a segnalare i tre alla Procura della Repubblica di Reggio e, per quanto riguarda la minore, alla Procura della Repubblica dei Minori di Bologna, per il reato di associazione per delinquere, essendo stata dimostrata l’intesa tra tutti gli indagati, finalizzata all’estorsione.