Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
11 mag 2022

Furto in banca, portata via una cassaforte

Il fatto è successo alle tre di notte: i ladri, tutt’ora ignoti, hanno forzato entrambe le porte della filiale e poi sono riusciti a scappare

11 mag 2022
Carabinieri sul posto dopo un furto in banca (immagine di repertorio)
Carabinieri sul posto dopo un furto in banca (immagine di repertorio)
Carabinieri sul posto dopo un furto in banca (immagine di repertorio)
Carabinieri sul posto dopo un furto in banca (immagine di repertorio)
Carabinieri sul posto dopo un furto in banca (immagine di repertorio)
Carabinieri sul posto dopo un furto in banca (immagine di repertorio)

Sono entrati in banca ma anziché mettere a segno uno dei colpi che (purtroppo) avvengono di solito in queste circostanze, hanno pensato di portare via direttamente tutta la cassaforte. Il tutto riuscendo tra l’altro a darsi alla fuga, indisturbati, fino a far perdere completamente le loro tracce.

Il fatto è avvenuto nella notte tra lunedì e ieri, poco prima delle 3.30.

I ladri, tutt’ora ignoti, dopo aver forzato entrambe le porta d’ingresso della filiale della Emilbanca in via Val d’Enza Nord a Canossa sono riusciti ad accedere all’interno dei locali che ospitano l’istituto bancario, asportando una cassaforte di piccole dimensioni collocata sotto la scrivania della postazione dei cassieri.

È ancora in corso la quantificazione del denaro che si trovava all’interno della cassaforte. I malviventi si sono quindi dati alla fuga, portando con sé il bottino, riuscendo a non essere intercettati.

Hanno agito nel massimo silenzio, evidentemente, senza svegliare nessuno nella zona nè destando alcun allarme. Questo ha permesso ai malviventi di poter scappare con tutta la cassaforte al seguito.

Nel giro di poco tempo sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di San Polo d’Enza che hanno avviato le indagini a carico di ignoti per il reato di furto aggravato.

Come generalmente accade, le filiali bancarie sono munite di telecamere di sorveglianza e questo è sempre il primo punto di partenza, nel tentativo di individuare i responsabili delle tante rapine che avvengono in banca.

Al vaglio dei militari ci sono in particolare le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza della banca, che hanno ripreso per intero la dinamica del colpo e che potranno aiutare gli inquirenti a risalire all’identità dei responsabili. Ad aprile un colpo analogo era stato compiuto a Campegine, in quella occasione a essere presa di mira era la filiale del Credem.

Un episodio recente ha interessato anche Reggio città, in via Che Guevara: in quell’occasione però i ladri, che hanno tentato di far saltare il bancomat per portare via il denaro, hanno dovuto desistere.

L’esplosione infatti ha dato origine a un incendio di fronte al quale è risultato impossibile portare a termine il colpo. I ladri si sono quindi dati alla fuga nella notte, mentre i vigili del fuoco sono interventi subito sul posto, allertati da qualche residente della zona, per placare le fiamme.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?