Fusione Coress e Coopsai: nuova realtà con 562 occupati

Coress e CoopSai si fondono per creare CoresSai, ampliando servizi socio-assistenziali ed educativi. La nuova realtà conta 562 dipendenti e una forte presenza territoriale.

Fusione Coress e Coopsai:  nuova realtà con 562 occupati

Fusione Coress e Coopsai: nuova realtà con 562 occupati

Parte la fusione tra due realtà che si collocano tra i big della cooperazione sociale di Confcooperative Terre d’Emilia: Coress e CoopSai. Il via libera è giunto dalle assemblee dei soci delle cooperative, che andranno così ad integrare i servizi storicamente svolti nell’area dell’assistenza agli anziani, in quella socio-assistenziale (con particolare riferimento alla disabilità), in quella educativa, socio-occupazionale e nell’housing sociale. Nasce così una nuova realtà (denominata CoresSai) con 562 dipendenti (220 dei quali soci-lavoratori), quasi 15 milioni di fatturato e una presenza capillare sul territorio provinciale dove, tra l’altro, sono presenti 22 strutture gestite da Coress e CoopSai: 7 centri diurni e residenziali per disabili (230 persone in carico), 6 residenze per anziani (con 137 ospiti), 6 strutture per le attività socio-occupazionali e l’housing sociale, 2 centri educativi pomeridiani e 1 nido d’infanzia. Coree e CoopSai gestiscono un’ampia serie di servizi domiciliari e territoriali: "Nel 2023 – spiegano Dina Bonicelli e Davide Vezzani – abbiamo assicurato sostegno a quasi 2.800 persone proprio attraverso servizi domiciliari che vanno da quelli educativi per persone con disagio psichico, per i minori con disturbi dello spettro autistico, all’assistenza agli anziani anche con servizi infermieristici, al sostegno all’autonomia e all’inclusione sociale e lavorativa".