"Così come già avvenuto in Regione, con il Patto per il lavoro e il clima, anche a Reggio le diverse parti imprenditoriali e sociali, assieme agli enti, sottoscrivano ora un patto per il lavoro e lo sviluppo".

Lo invoca William Ballotta, segretario generale di Cisl Emilia Centrale sull’insediamento di Silk-Faw a Reggio. A fargli eco anche Giorgio Uriti, segretario generale Fim Cisl: "In un territorio molto antropizzato ogni nuovo insediamento deve garantire sostenibilità ambientale e lavoro di buona qualità. Rispettare queste due condizioni significa creare i presupposti per adeguati insediamenti industriali. La capacità tecnica e i profili professionali più alti, da sempre presenti e formate nel cuore della Motor Valley, possono completare l’insieme". Esulta anche Tullia Bevilacqua, segretaria regionale Ugl: "Premiato il modello dell’Emilia-Romagna coi sindacati in cabina di regia. Un progetto innovativo in armonia con l’ambiente ed il risparmio energetico che potrò decollare però solo con la responsabilità di tutti ed il coinvolgimento dei distretti di ricerca, tecnologia e formazione di tutta la regione e il supporto dei poli industriali della componentistica e dei servizi innovativi".