Gli amici si mobilitano: raccolta fondi per aiutare la famiglia di Alessio

Le offerte si raccolgono al bar Piccola Lu che lo sfortunato giovane frequentava con assiduità insieme al fratello

Gli amici si mobilitano: raccolta fondi per aiutare la famiglia di Alessio

Gli amici si mobilitano: raccolta fondi per aiutare la famiglia di Alessio

E’ costante il via vai dal bar Piccola Lu, in centro a Brescello, luogo di ritrovo di Alessio Manfredini, dei suoi familiari e della compagnia di amici. Qui il giovane Alessio, 25 anni, trascorreva gran parte del tempo libero. Amici e conoscenti stanno consegnando brevi messaggi, piccoli oggetti in ricordo del giovane annegato nelle acque del lago di Garda, nel primo pomeriggio di sabato scorso, a Sirmione, al lido Jamaica, dove si era recato con il fratello Mirko e con un loro amico.

Il primo intervento di Mirko, dell’amico e di un altro bagnante è stato utile a recuperare Alessio, che era sparito improvvisamente tra le acque del lago. Una volta portato a riva, le terapie di emergenza del personale medico erano riuscite a far riprendere il battito cardiaco, consentendo il trasporto d’urgenza in elicottero all’ospedale di Desenzano. Ma qui le condizioni cliniche sono peggiorate, con il decesso soprattutto poco dopo.

Oggi alle 9 è previsto il trasferimento del feretro dall’obitorio di Desenzano. I funerali, affidati all’agenzia Oliverio, si svolgono stamattina alle 11 nella chiesa parrocchiale di Brescello. Poi il feretro sarà trasferito al locale cimitero per la tumulazione. Al bar Piccola Lu è pure in corso una raccolta di fondi, per un aiuto economico alla famiglia di Alessio. In molti ricordano di lui la voglia di vivere, il suo modo originale di vestirsi, spesso ironico, guardando al futuro, amante dell’arte e col sogno di diventare un cantante rap.

a.le.