Salvatore Esposito, per tutti Gennaro Savastano (Foto Ansa)

Novellara (Reggio Emilia), 27 maggio 2018 - Dalla cronaca vera alla fiction. E’ di pochi giorni fa la notizia di un provvedimento giudiziario nei confronti di un uomo residente nella Bassa Reggiana e implicato in reati di camorra. Ed è sempre di questi giorni la notizia che la casa di produzione Cattleya, impegnata nelle riprese della quarta stagione della serie tv "Gomorra", intende girare alcune scene pure a Novellara, spingendosi poi verso Reggio. Le riprese sono iniziate il 16 aprile a Napoli, proseguendo fino a novembre fra Bologna, Modena, Londra e, appunto, il Reggiano.

LIGABUE SET_23682134_184106

Nella Bassa le riprese sono previste il 5 giugno, tra la discarica Sabar, in via Levata a San Giovanni, fino ai ponti di Calatrava, dove ci sarà il passaggio di alcun veicoli ripresi da una telecamera montata sul braccio esterno di un apposito veicolo. L’area interessata dalle riprese è quella fra via Levata, via Impastato (la tangenziale), via Europa a Bagnolo, via Trattati di Roma e i ponti di Calatrava. Non dovrebbe essere necessario bloccare totalmente la viabilità.

ANSA

La richiesta di collaborazione per fornire tutte le autorizzazioni è stata accolta favorevolmente dall’amministrazione comunale di Novellara, già l’anno scorso alle prese con il film "Made in Italy" di Luciano Ligabue, con possibilità di essere coinvolti pure nelle riprese di "Volevo nascondermi" di Giorgio Diritti. Con una delibera di giunta, il Comune ha concesso la collaborazione alla casa di produzione romana, autorizzando le riprese in via Levata e garantendo il supporto della polizia municipale nel servizio di scorta ai mezzi di scena impiegati per la realizzazione del film, in particolare per eventuali chiusure temporanee del traffico e per gli spostamenti in sicurezza dei veicoli di scena.