Iannucelli replica a Cataliotti: "Haider testimone credibile"

L'avvocato Iannuccelli difende Saqib, fidanzato di Saman Abbas, e respinge l'attacco dell'avvocato Cataliotti alla credibilità del fratello della 18enne uccisa. Secondo la legale, le luci della casa erano accese e la porta aperta, sufficienti per vedere la scena.

Per l’avvocato Barbara Iannuccelli, difensore di Saqib, fidanzato di Saman Abbas "è inaccettabile" l’attacco dell’avvocato Liborio Cataliotti, difensore dello zio Danish Hasnain "alla credibilità" del fratello della 18enne uccisa. La legale lo dice in riferimento a quanto emerso ieri nell’udienza in Corte di assise a Reggio, quando sono state messe in discussione le parole del giovane testimone. Il 18enne ha infatti ribadito di aver visto, la sera del 30 aprile 2021, dalla porta di casa, la scena dello zio che prendeva per il collo Saman e gli altri due cugini imputati, tra le serre. Per l’avvocato Cataliotti le condizioni di luce non avrebbero consentito di vedere a quella distanza. "Quando il ragazzo era sulla porta quella notte – dice Iannuccelli – le luci della casa erano accese e la porta era aperta. Quindi c’era una sufficiente fonte luminosa per consentirgli di vedere bene Danish che uccideva Saman, il volto dei suoi cugini e la mamma e il padre lì fermi che guardavano. A che serve fare le prove di notte ‘con la luna’ come riferiscono gli altri avvocati, se le luci di casa erano spente?".