Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
11 gen 2022

Il bonus 110% traina l’edilizia reggiana

Il fatturato delle imprese ha raggiunto i livelli pre pandemia, con un recupero su base annua del 27%. Investimenti per 908 milioni

11 gen 2022
I lavori sviluppati attraverso il bonus 110% trainano il settore dell’edilizia
I lavori sviluppati attraverso il bonus 110% trainano il settore dell’edilizia
I lavori sviluppati attraverso il bonus 110% trainano il settore dell’edilizia
I lavori sviluppati attraverso il bonus 110% trainano il settore dell’edilizia
I lavori sviluppati attraverso il bonus 110% trainano il settore dell’edilizia
I lavori sviluppati attraverso il bonus 110% trainano il settore dell’edilizia

Grande rilancio per il settore costruzioni grazie all’effetto Superbonus 110%. L’anno appena trascorso si chiude, infatti, con ottimi bilanci. L’ufficio studi Lapam Confartigianato ha realizzato una ricerca approfondita sia a livello regionale sia a livello provinciale e i dati confermano una ripresa sorprendente, che tenta di marginalizzare i pochi lati negativi rimasti. I numeri parlano di un fatturato che a livello regionale nel periodo pandemico (anno 2020 e primi 8 mesi 2021) ha raggiunto rispetto al pre crisi un recupero pari al +27%, inferiore solo di qualche punto rispetto al +30% nazionale. Mentre il valore degli investimenti di lavori finiti incentivati dal Superbonus 110% risulta pari al 12,5% sul valore aggiunto regionale del settore, in linea con il 12,1% medio nazionale. Inoltre, in tutta l’Emilia Romagna le asseverazioni, solo nel mese di novembre 2021, sono state complessivamente 5.289, per un totale investimenti di 980 milioni di euro e investimenti lavori conclusi di 724 milioni di euro. Persino nella realtà della nostra provincia nel 2020 gli investimenti medi sostenuti con l’Ecobonus sono arrivati a 74,4 euro per abitante. Anche sul fronte mercato del lavoro, la conseguenza del buon trend di recupero del settore ha portato, nel periodo da dicembre 2021 e febbraio 2022, un incremento del 35,5% delle nuove entrate previste in provincia, un dato superiore rispetto al 29,8% a livello regionale. In pratica le imprese reggiane del comparto assumeranno, in questi tre mesi, 840 persone, a fronte dei 620 assunti nello stesso periodo a cavallo tra il 2019 e il 2020, ben 220 lavoratori in più. Unica nota dolente: a un maggior numero di richiesta del personale corrisponde anche un aumento della difficoltà di reperimento di operai specializzati nell’edilizia e nella manutenzione degli edifici. A Reggio, la difficoltà nella ricerca della manodopera, se nel dicembre 2019 veniva riscontrata al 53,3%, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?