Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
24 giu 2022

Il sindaco Daviddi fa il punto sui progetti: meno cemento, più alberi e riqualificazioni

"Nuove piante nella zona del Monte della Guardia e nei pressi dell’ex stazione di Dinazzano. Al posto di vecchi edifici, un polmone verde nel centro di Salvaterra"

24 giu 2022
Il sindaco di Casalgrande, Giuseppe Daviddi
Il sindaco di Casalgrande, Giuseppe Daviddi
Il sindaco di Casalgrande, Giuseppe Daviddi
Il sindaco di Casalgrande, Giuseppe Daviddi
Il sindaco di Casalgrande, Giuseppe Daviddi
Il sindaco di Casalgrande, Giuseppe Daviddi

Importanti interventi per lavori pubblici, ambiente e cultura a Casalgrande. Il sindaco di Casalgrande Giuseppe Daviddi annuncia alcune operazioni per il capoluogo e le frazioni. "Nell’ambito delle politiche ambientali – spiega il primo cittadino – con la variante di Dinazzano toglieremo spazio all’edificabilità per lasciare il posto a nuove piante. Abbiamo realizzato il bosco urbano di via Berlinguer e speriamo che tutti contribuiscano al suo mantenimento e al suo decoro. Nel 2022 vogliamo proseguire con le piantumazioni in nuovi luoghi a partire dalla zona del Monte della Guardia. In questo caso, oltre al nuovo verde, puntiamo a riqualificare la viabilità per consentire ai cittadini di raggiungere più facilmente la zona panoramica in cui è stata recentemente installata la nuova Big Bench".

L’amministrazione, in merito all’urbanistica e lavori pubblici, sta poi portando avanti diverse riqualificazioni. "A breve – dice il sindaco Daviddi – partiremo con i lavori presso lo stabile ex Ema dove sarà ospitato il comando della polizia locale dell’Unione. A Dinazzano va avanti il lavoro di recupero dell’area circostante l’ex stazione della ferrovia locale: stiamo infatti realizzando un bosco urbano. Successivamente interverremo sulle stazioni di Villalunga e di Veggia dove cercheremo di togliere il più possibile le barriere architettoniche. Siamo a livello di progettazione per il recupero di piazza Ruffilli in cui la pavimentazione giace in uno stato di degrado". In maggio si sono perfezionati due atti. Il primo è la cessione al Comune di 9mila metri quadrati di terreno da destinare a scopi sociali. Il secondo atto è la permuta che ha "permesso al Comune – sottolinea Daviddi – di acquisire immobili in centro a Salvaterra: le costruzioni saranno abbattute e verrà concretizzata al loro posto un’area verde per dare un nuovo ‘polmone’ al centro della frazione. Allo stesso tempo, attraverso questo nuovo spazio aperto, verrà realizzato il completamento della ciclabile che collegherà il parco del Liofante a piazza Farri".

Daviddi, sul piano della cultura, intende pure promuovere azioni che rafforzino la memoria collettiva sui grandi fatti storici recenti e sulle tragedie che hanno coinvolto la comunità. Per Daviddi occorre ad esempio valorizzare la festa della Repubblica e l’impegno a favore del ricordo includendo anche i fatti del terrorismo come la strage del 2 agosto.

Matteo Barca

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?