Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
7 giu 2022

In funzione nuovo Fotored Multe solo dal 15 giugno

Periodo di collaudo per l’apparecchio installato in centro a Villarotta. L’obiettivo è aumentare la sicurezza, riducendo i pericoli al semaforo

7 giu 2022
Fino al 15 giugno il Fotored sarà attivo, ma in questi giorni non sono previste sanzioni
Fino al 15 giugno il Fotored sarà attivo, ma in questi giorni non sono previste sanzioni
Fino al 15 giugno il Fotored sarà attivo, ma in questi giorni non sono previste sanzioni
Fino al 15 giugno il Fotored sarà attivo, ma in questi giorni non sono previste sanzioni
Fino al 15 giugno il Fotored sarà attivo, ma in questi giorni non sono previste sanzioni
Fino al 15 giugno il Fotored sarà attivo, ma in questi giorni non sono previste sanzioni

Entra in funzione un nuovo Fotored a Villarotta di Luzzara, all’altezza dell’incrocio posto in centro alla frazione. Il nuovo sistema di controllo e sicurezza stradale, di cui il Carlino nei giorni scorsi aveva anticipato la notizia dell’attivazione, è stato collocato in quel tratto di strada provinciale "per ridurre la velocità di percorrenza e il rischio di incidenti". L’impianto resterà in fase di collaudo fino al 15 giugno.

Durante questo periodo il fotored sarà attivo a tutti gli effetti, ma non sono previste sanzioni in caso di violazione delle norme del codice della strada. "L’aumentare negli anni del flusso veicolare sulla Provinciale 2, anche in considerazione dei recenti lavori di ammodernamento e messa in sicurezza dell’incrocio di Villarotta, tra via Carboni con via Veniera e via Lanzoni, ha reso necessario l’utilizzo della tecnologia per il controllo della circolazione stradale", spiegano dal municipio.

Negli ultimi giorni sono state completate le operazioni di installazione e collaudo della strumentazione omologata, che consente l’accertamento di una delle violazioni più pericolose, ovvero l’attraversamento di incrocio con semaforo rosso. A quell’incrocio, infatti, con senso unico alternato regolato da semaforo ormai da dieci anni, per l’emergenza terremoto, spesso si registrano lunghe attese. E quando, a distanza, si vede comparire il giallo, sono molti i conducenti che attraversano l’incrocio per evitare di restare fermi al semaforo. E questo provoca il rischio di incidenti, soprattutto per la poca visuale dalle altre strade.

Antonio Lecci

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?