L'incidente sulla via Emilia (foto Artioli)
L'incidente sulla via Emilia (foto Artioli)

Reggio Emilia, 4 dicembre 2020 - Un 12enne è morto dopo essere stato investito a Reggio Emilia da un furgone. L'incidente è avvenuto poco dopo le 14,30 nella frazione di Cella, sulla via Emilia verso Parma. Il ragazzino stava camminando a piedi lungo la strada quando all'improvviso - per cause ancora al vaglio della polizia municipale - è stato travolto da un Fiat Ducato guidato da un 35enne (la sua posizione è al vaglio degli inquirenti). Il 12enne è stato travolto mentre stava attraversava la strada in un punto in cui non ci sono le strisce pedonali. Sul posto si sono precipitati un'ambulanza e un'automedica che hanno prestato i primi soccorsi per poi trasportarlo d'urgenza in gravissime condizioni all'ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia dove è morto poche ore dopo.

Il ragazzino non aveva fatto rientro a casa dopo essere uscito da scuola a Cavriago, comune del Reggiano, dove abitava con la famiglia. La madre preoccupata non vedendolo tornare, intorno alle 13,30 ha dato l'allarme alle forze dell'ordine denunciandone la scomparsa anche attraverso un annuncio sui social con tanto di foto segnaletica e la descrizione sugli indumenti indossati. E' scattata una mobilitazione in tutto il paese per cercarlo e i carabinieri, che stanno cercando di risalire ai motivi dell'allontanamento, indagano anche nell'ambito dell'ambiente scolastico. Potrebbe essere stato un brutto voto a innescato in lui il timore di rientrare a casa. A quel punto si sarebbe incamminato lungo la via Emilia verso Reggio Emilia, percorrendo circa 6 chilometri, arrivando nella frazione di Cella, dove è avvenuta la tragedia.

Incidente Reggio Emilia: ciclista grave

Una giornata di sangue dunque sulla via Emilia quella di oggi. Stamattina, a distanza di alcune ore dall'incidente mortale, intorno alle 7, un ciclista di 60 anni, a bordo di una bici elettrica, è stato urtato da una Fiat 600 guidata da un giovane di 24 anni, entrambi residenti a Reggio Emilia.

Le cause dello scontro sono tutt’ora al vaglio della polizia Locale, soprattutto capire perché il ciclista non era sulla pista ciclabile presente (sebbene dall’altro lato della carreggiata che va in direzione Parma) ed invece era sulla sede stradale, e come mai il conducente dell’autovettura non abbia visto comunque l’uomo (la bicicletta aveva i fari accesi). L’uomo è stato sbalzato sul tergicristallo dell’auto ricadendo a terra e riportando un trauma cranico molto serio. Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118 che hanno stabilizzato l’uomo e l’hanno portato all’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio, dove si trova in prognosi riservata.