Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
9 giu 2022

Irene Montruccoli, la madre: "Non si può morire così a 21 anni, voglio sapere perché"

Maria Spallanzani, madre dell’ex studentessa Unimore morta all'ospedale di Parma dopo un malore: "Era tosta e in salute, volevo realizzasse i suoi sogni"

9 giu 2022
ylenia rocco
Cronaca
Irene Montruccoli aveva 21 anni e viveva ad Arceto (Scandiano) con la sua famiglia, è morta domenica 22 maggio all’ospedale Maggiore di Parma
Irene Montruccoli, 21 anni, viveva a Scandiano, è morta il 22 maggio al Maggiore di Parma
Irene Montruccoli aveva 21 anni e viveva ad Arceto (Scandiano) con la sua famiglia, è morta domenica 22 maggio all’ospedale Maggiore di Parma
Irene Montruccoli, 21 anni, viveva a Scandiano, è morta il 22 maggio al Maggiore di Parma

Reggio Emilia, 9 giugno 2022 - Sono passati quasi 20 giorni da quella domenica maledetta, in cui la sua vita è stata segnata da un dolore così profondo che non si può spiegare. Il dolore più terribile per una madre che perde la propria figlia. Maria Spallanzani, mamma di Irene Montruccoli - la ventunenne di Scandiano deceduta prematuramente all’ospedale di Parma dopo aver accusato lancinanti mal di testa - ha voglia di parlare di lei, di raccontarla. Davanti a chi ha perso un figlio ci si sente impotenti, perché è qualcosa di innaturale. Impotente, d’altra parte, si sente anche Maria che non ha potuto sottrarre la figlia a questo tragico destino. Ma la madre è anche pervasa da tanta rabbia perché "una ragazza di ventun’anni non può assolutamente morire in questo modo". Maria Spallanzani, pensa che il pronto soccorso di Reggio Emilia possa aver mancato in qualcosa? "Purtroppo non posso rispondere, è tutto nelle mani della procura di Reggio. Gli inquirenti stanno valutando se l’ipotesi di reato (omicidio colposo, ndr) possa essere effettivamente plausibile. Ci siamo affidati al nostro avvocato ed è lui che sta seguendo tutto, ma al momento non posso sbilanciarmi". Cosa prova in questo momento? "La rabbia c’è ed è tanta, perché non può e non deve succedere che una ragazza di ventun’anni venga portata via in questa maniera. Così, dall’oggi al domani". Pensa che far luce su questa storia possa aiutare a sensibilizzare il non dover mai sottovalutare un malore improvviso, e, in questo caso specifico, un mal di testa? "Quando si è giovani e in forze sembra sempre che nulla possa colpirti e si incappa nell’errore di prendere sotto gamba qualcosa che può essere pericoloso. Quello che è successo ad Irene non è giusto. Non lo è nemmeno per noi e per tutti ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?