"La frana ci ha isolati, nessuno si ferma più qui"

In difficoltà gli esercizi dei borghi prossimi allo smottamento: "Istituiscano almeno un senso unico alternato per consentire il passaggio"

"La frana ci ha isolati, nessuno si ferma più qui"

"La frana ci ha isolati, nessuno si ferma più qui"

Ad oggi il Comune di Baiso, a causa del cantiere in atto legato al movimento franoso di Ca’ Lita, si trova con una strada comunale chiusa che crea notevoli disagi agli abitanti della frazioni di Levizzano, costretti ad utilizzare percorsi alternativi.

"La chiusura della provinciale Sp 7 di Montelusino – spiega il sindaco di Baiso, Fabrizio Corti – sta causando alle attività presenti nella zona un consistente danno economica, tra cui un ristorante ed un bar che, soprattutto in questo periodo, vivono dell’apporto del turismo . Per questi esercizi è una grave perdita di introiti causa dello sconvolgimento di questa frana. Gli abitanti delle borgate di Cassinago, Casa Aguzzoli e Montelusino sono costretti ad allungare di 10 km in andata e 10 in ritorno il loro percorso dall’abitazione al lavoro. Gli abitanti di Casa Aguzzoli mi hanno segnalato, tramite mail, il pessimo stato di manutenzione della Sp7 che collega Viano a Baiso e di averlo più volte segnalato a chi di competenza". Dice Sara Comelli, titolare del Bar Castello: "Finora noi e il ristorante abbiamo sopportato, ma adesso basta isolamento. Facciano un senso unico alternato per consentire il passaggio. Nei weekend avevamo ciclisti e motociclisti che sostavano da noi, adesso siamo abbandonati".

Settimo Baisi