La Iris Ceramica salvaguarda l’apicoltura Arnie montate vicino ai capannoni industriali

Per favorire l’insediamento della colonia di api si stanno creando anche zone ombreggiate.

La Iris Ceramica salvaguarda l’apicoltura  Arnie montate vicino ai capannoni industriali
La Iris Ceramica salvaguarda l’apicoltura Arnie montate vicino ai capannoni industriali

La classe II A ha incontrato il manager della Fondazione Iris Ceramica Group, Stefano Luconi, per parlare del progetto di apicoltura urbana, avviato lo scorso anno sul territorio di Sassuolo e Castellarano. Il progetto, in linea con gli obiettivi dell’agenda 2030, mira a contribuire alla salvaguardia della biodiversità e alla tutela di una specie in via di estinzione. In quest’ottica, la Fondazione ha collocato nove arnie nelle strutture industriali di sua competenza, per un totale di 270.000 api, distribuite in prossimità di aree verdi che possano agevolare l’assestamento dello sciame. L’iniziativa ha avuto più fasi: prima sono stati costruiti gli alveari, poi sono state portate le api regine e infine lo sciame. In questo anno non si è potuto tagliare l’erba intorno alle arnie, per non inficiare sulla tranquillità dei piccoli insetti. Il monitoraggio è stato manuale ed è stato condotto da apicoltori delle zone di Viano e Toano, anche se la ditta promotrice del progetto è milanese. La presenza delle api, il cui stato di salute viene verificato ogni mese, contribuirà all’impollinazione di pianti e fiori, e alla produzione di miele. Fondamentale è anche il monitoraggio della temperatura che, se troppo alta, rischia di nuocere al benessere dello sciame. Sempre nell’ottica di preservare la specie, si sta cercando di far crescere nella zona intorno alle arnie alcuni alberi, che possano mitigare il calore delle stagioni più calde. Iniziative di apicoltura di questo tipo erano già state avviate nelle grandi città come Milano, ma la Fondazione mira ad estendere il suo progetto anche in Kenya, con la realizzazione di un laboratorio che possa migliorare il processo di estrazione di miele per ridurre gli sprechi e in Mozambico. La produzione di miele in questi territori potrebbe contribuire anche a combattere il problema della malnutrizione.

Classe II A