Quotidiano Nazionale logo
30 apr 2022

La lettera a Matilda, il messaggio di Camilleri

Mariangela D’Abbraccio a Boretto interpreta il testo dello scrittore siciliano. Una storia per raccontare alla pronipote le vicende della propria vita

Mariangela D’Abbraccio interpreta ’Ora dimmi di te. : lettera a Matilda’
Mariangela D’Abbraccio interpreta ’Ora dimmi di te. : lettera a Matilda’
Mariangela D’Abbraccio interpreta ’Ora dimmi di te. : lettera a Matilda’

Stasera alle 21 al teatro di Boretto è in programma "Ora dimmi di te: lettera a Matilda", un testo di Andrea Camilleri interpretato da Mariangela D’Abbraccio. Lo spettacolo nasce da due domande: cosa rimarrà nella memoria di chi ci ha voluto bene? Come verrà raccontata la nostra vita ai nipoti che verranno? Andrea Camilleri si pone queste domande quando guarda la pronipotina Matilda che si intrufola a giocare sotto il tavolo mentre sta scrivendo. Pensa che non vuole siano altri – quando lei sarà grande – a raccontarle di lui. Così con humor e limpidezza ripercorriamo la storia italiana del Novecento attraverso quella di un uomo innamorato della vita e dei suoi personaggi: le radici, l’amore, gli amici, la politica, la letteratura... La regia è di Francesco Tavassi, con le musiche di Ludovico Einaudi. Biglietti a 16 e 14 euro.

· A Correggio, al tendone-chapiteau allestito in via Fazzano, in zona sportiva, stasera alle 20,30 e domani alle 17 va in scena il Circo Zoè con "Born to be circus" con Chiara Sicoli, Anouck Blanchet, Liz Braga Guimaraes, Simone Benedetti, Adrien Fretard, Ivan Do-Duc, Gael Manipoud, Pedro Guerra, Andrea Cerrato, con musiche di Diego Zanoli, Jean Stengel, Marta Pistocchi. E’ il primo spettacolo creato per lo chapiteau, applaudito in tutta Europa.

· Al teatro San Prospero di via Guidelli a Reggio stasera alle 21 c’è "Raffaello. Il dio mortale" di Francesco Lenzini, con Edoardo Ponzi alle percussioni e Giorgio Genta alla chitarra, a narrare la vita di Raffaello attraverso i cronisti del Cinquecento e alcune delle sue note opere.

Antonio Lecci

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?