Quotidiano Nazionale logo
6 mag 2022

Lapam: "Tre proposte al Comune"

Il presidente Gasparini: "L’Amministrazione aiuti le imprese nell’emergenza"

"L’influenza della pandemia e delle tensioni geopolitiche si estenderanno anche sui prossimi anni". È partita da qui, alla vigilia della discussione del bilancio del comune di Reggio per il 20222024, la riflessione di Lapam Reggio sul coinvolgimento delle imprese "nell’elaborazione delle politiche pubbliche per aiutarle a sopportare il peso dell’emergenza".

"Partiamo dalle tasse e imposte locali – ha detto il presidente Guido Gasparini (in foto)–. A nostro avviso è fondamentale rendere più efficiente il sistema di riscossione locale con una razionalizzazione della spesa corrente. In particolare, in materia di Tari andrebbe accelerato il processo di riequilibrio della suddivisione del carico tributario tra utenze domestiche e non, con norme univoche a livello nazionale". Quanto all’Imu, "chiediamo l’esclusione dalla tassazione degli immobili strumentali all’attività d’impresa".

Riguardo alla questione degli appalti e delle micro, piccole e medie imprese locali, il presidente fa una richiesta esplicita: "Tutte le amministrazioni del territorio dovrebbero applicare il nuovo codice degli appalti in modo da coinvolgere nei cantieri pubblici anche le realtà più piccole, rendendole attori centrali dello sviluppo economico e sociale della comunità".

Gasparini interviene anche sul tema dell’abusivismo, "un fenomeno molto diffuso nella nostra provincia, un danno per le imprese regolari, un rischio per i consumatori e un problema per lo Stato. PChiediamo quindi che le istituzioni rinnovino il loro impegno concreto nella lotta all’abusivismo per dare nuova vita a imprese e comunità".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?