Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
17 mag 2022

"L’atmosfera è cambiata in meglio Però non abbassiamo la guardia"

17 mag 2022
Stefano Buffagni, portavoce del comitato ’Ascoltare Santa Croce’
Stefano Buffagni, portavoce del comitato ’Ascoltare Santa Croce’
Stefano Buffagni, portavoce del comitato ’Ascoltare Santa Croce’
Stefano Buffagni, portavoce del comitato ’Ascoltare Santa Croce’
Stefano Buffagni, portavoce del comitato ’Ascoltare Santa Croce’
Stefano Buffagni, portavoce del comitato ’Ascoltare Santa Croce’

"Un’atmosfera bellissima". Sono le prime parole con cui Stefano Buffagni, portavoce del comitato ’Ascoltare Santa Croce’, descrive la nuova aria che si respira nella zona dietro la stazione, tra piazzale Europa e le ex Officine Reggiane. Una parte di città che, senza girarci attorno, negli anni è andata via via sempre più degradandosi, portando all’esasperazione i cittadini che abitano lì e che a loro volta hanno affidato al comitato la segnalazione delle loro rimostranze.

"Il quartiere ora sta recependo davvero il cambiamento – continua Buffagni –. Tutti toccano con mano la riqualificazione: anche i più diffidenti stanno iniziando ora a riconoscerne il miglioramento". Una sfiducia iniziale che è in fin dei conti comprensibile, visto che "la situazione è rimasta sempre la stessa per almeno vent’anni".

Dal punto di vista della sicurezza, ammette Buffagni, "la svolta è arrivata dopo lo sgombero delle ex Officine Reggiane, a settembre scorso. È chiaro però che avere più luce e spazi più frequentati contribuisce, e non poco, a mantenere la situazione vivibile con tranquillità". Il riferimento, mettendo da parte eventi come quello di sabato, va in particolare allo skate park che ogni giorno richiama tanti ragazzi giovani. "Attenzione, però – puntualizza il portavoce –. Questa riqualificazione deve andare di pari passo con una vigilanza attiva. Noi vediamo le pattuglie di Municipale e Polizia, non ci sentiamo abbandonati. La guardia però va mantenuta alta, perché il rischio che qualcuno, magari qualche spacciatore, inizi a stazione proprio lì, nella zona dello skate park, secondo me non è così remoto". Occhio, dunque, a non far sì che sotto una veste più moderna e sicuramente migliore, non si nascondano i problemi di sempre.

g.ben.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?