Quotidiano Nazionale logo
27 apr 2022

Leclerc cancella la delusione di Imola divertendosi al Joia di Rubiera

Il pilota della Ferrari ha trascorso la domenica post Gran Premio di Imola nel noto locale da ballo di Rubiera. La foto su Instagram

nicola bonafini
Cronaca
featured image

Reggio Emilia, 27 aprile 2022 - Niente di meglio che lenire una cocente delusione con una bella nottata in discoteca, tra giovani che si vogliono divertire e musica. Soprattutto quando si hanno ventiquattro anni!.

Così, Charles Leclerc, campione di Formula 1, pilota della Ferrari, già vincitore di due gran premi in questo Mondiale e leader della classifica piloti, ha pensato bene di fermarsi a Rubiera, al Joia, per scacciare la cocente delusione del Gran Premio del Made in Italy a Imola.

Il ventiquattrenne monegasco, infatti, è stato ritratto nel conosciutissimo locale di Rubiera, in una story di Instagram, assieme al deejay reggiano, Nicola Schenetti, che domenica sera era alla consolle. Un selfie , pubblicato sul profilo - pubblico - dell’artista reggiano.

"Grazie per la visita Charles Leclerc, e in bocca al lupo", le parole di Schenetti che accompagnano il selfie con il pilota della Ferrari (foto). Felpa col cappuccio azzurro chiaro, e sguardo sereno, quello del pilota monegasco, che, evidentemente, di ritorno da Imola, si sarà fermato in zona Maranello, con conseguente serata post gara, organizzata in quel di Rubiera, a pochi chilometri dal confine modenese.

Un modo estremamente rilassante e giovanile per staccare dopo un week end intensissimo, nel cuore dell’Emilia Romagna, a poco più di un’ora di macchina, dal cuore pulsante del motorismo italiano - Maranello -, in quell’Imola che non vedeva l’ora di trascinare la ’Rossa’ a un altro successo, traboccante di presenze e di entusiasmo, circondando di affetto lo stesso Leclerc ed il suo compagno di squadra, lo spagnolo Carlos Sainz. Un fine settimana iniziato a razzo con le prove libere del mattino, ma che a poco a poco, si è trasformato in una delusione cocente, e, la tre giorni perfetta per il rivale Max Verstappen e la sua RedBull.

Dalla pole position strappata in extremis dal campione olandese nelle qualifiche del venerdì pomeriggio - con Sainz a muro nel Q3 con partenza dalla decima piazza nella sprint race del sabato -, al secondo posto - un altro -, nella gara sprint di sabato, vinta, anche in questo caso, da Verstappen. Fino alla gara, quella vera, di domenica, con l’olandese volante pressoché imprendibile per le Ferrari, con Leclerc risucchiato in un duello a suon di decimi di secondo con l’altro pilota della Red Bull - il messicano Perez -, per arrivare al grave errore alla variante delle Acque Minerali a 9 giri dal termine costato il podio al monegasco: "Ho dato tutto, ma sono andato oltre il limite alla fine - ha spiegato su Instagram il pilota -. Mi spiace per il team e per tutti i tifosi che ci sostengono. Invece di un terzo posto, siamo finiti sesti. Torneremo più forti". Questo è lo spirito.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?