Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
26 mag 2022

L’opposizione riapre la discussione sul mercato "Torni in centro valorizzando percorsi trascurati"

26 mag 2022
Alessandro Nironi Ferraroni
Alessandro Nironi Ferraroni
Alessandro Nironi Ferraroni
Alessandro Nironi Ferraroni
Alessandro Nironi Ferraroni
Alessandro Nironi Ferraroni

"Quale futuro per il mercato settimanale di Scandiano?". A chiederlo sono i consiglieri d’opposizione del gruppo misto di Scandiano Alessandro Nironi Ferraroni, Davide Beltrami e Chiara Ferrari. Proprio un mese fa il Comune non escludeva il ritorno del mercato nel centro storico annunciando però un percorso di approfondimento per una valutazione sul possibile trasferimento. I consiglieri Nironi Ferraroni, Beltrami e Ferrari ritengono che le polemiche relative all’ubicazione dello storico mercato del lunedì "hanno messo in rilievo le enormi criticità che hanno caratterizzato e tuttora connotano la sofferta gestione del centro storico scandianese e, in particolare, dei suoi punti essenziali: polo fieristico, piazza Spallanzani e piazza Fiume.

Ognuno di questi tre luoghi strategici patisce decenni di totale assenza di progettualità: la tragica epopea del polo fieristico è nota a tutti così come il rifacimento di piazza Fiume. Si è ora aggiunto il tribolato percorso di progettazione per il rifacimento di piazza Spallanzani che è il compendio di tutti i problemi irrisolti". La minoranza sottolinea che la "mancanza di una visione di insieme, organica e unitaria è palese. Lo abbiamo detto in aula sino allo sfinimento: come si può delineare il futuro della principale piazza della città se non si hanno le idee chiare sulla sorte della più importante (dopo la Rocca) area coperta del centro urbano e relativo parcheggio distante solo 50 metri? Ed ecco inserirsi il tema dell’ubicazione dell’area mercatale.

All’idea intelligente del suo provvisorio stanziamento in piazza Prampolini durante l’emergenza pandemica ha fatto seguito una situazione caotica, complice il fatto che, non esistendo appunto una programmazione strategica dei lavori nel centro cittadino e una visione d’insieme della destinazione futura dei suoi luoghi cardine, nessuno sa esattamente cosa sia meglio fare".

Il gruppo misto ribadisce dunque la sua proposta: "Il ritorno – spiegano Nironi Ferraroni, Beltrami e Ferrari – dell’area mercatale nella sua sede naturale, il centro cittadino, non può avvenire secondo lo schema tradizionale, ma in modo tale da creare un’ordinata e organizzata connessione tra diverse aree del centro scandianese che, allo stato, risultano scarsamente ‘collegate’ tra loro (via Garibaldi che più di tutte ha sofferto in questi anni e area piazze I° Maggio e Duca d’Aosta), valorizzando percorsi colpevolmente trascurati, ma suggestivi come ad esempio l’asse via Magati-via Marconi".

Matteo Barca

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?