ANTONIO LECCI
Cronaca

Montecchio, dona attrezzature all'ospedale che l'aveva curata

Gesto di grande generosità di Lia Chiossi, scomparsa lo scorso gennaio

Uno degli ecografi donati all'ospedale

Uno degli ecografi donati all'ospedale

Montecchio (Reggio Emilia), 7 novembre 2023 – Un lascito di 75 mila euro per l’acquisto di strumentazioni utili a diagnosi e cura dei pazienti, all’Ospedale Franchini di Montecchio. Una nuova donazione per la struttura sanitaria della val d’Enza arriva da Lia Chiossi, assistente commercialista, scomparsa lo scorso gennaio. Negli ultimi anni della sua vita, affetta da una grave malattia, era stata costretta a ricorrere a cure ospedaliere, anche di tipo chirurgico. Di fronte alla professionalità riscontrata nelle operatori, ha disposto tra le sue ultime volontà la donazione per acquistare attrezzature ospedaliere: “Se queste attrezzature servissero a salvare anche una sola vita, sarei felice” diceva la signora Chiossi prima del decesso. La sua donazione ha permesso di acquistare un ecografo per l’Ostetricia ginecologia del valore di 50 mila euro, un ecografo Versana Balance da 20 mila euro, un palmare da cinquemila euro per l’Unità internistica multidisplinare. “E’ stata così rispettata la volontà di Lia che con questa donazione ha voluto dire a medici, infermieri e personale ospedaliero un… grazie con tutto il cuore”, ha spiegato lo zio Alberto Borghi. Oltre alle attrezzature ospedaliere, saranno devolute altre donazioni a associazioni reggiane, tra cui l’Associazione Volontari Domiciliari (Avd), che hanno prestato assistenza alla signora Lia Chiossi nei suoi ultimi mesi di vita.