CORDOGLIO Cristian Maffei, 24 anni, si era laureato da alcuni mesi in geologia
CORDOGLIO Cristian Maffei, 24 anni, si era laureato da alcuni mesi in geologia

Reggio Emilia, 30 marzo 2015 - «Non pensate alla vita di Cristian come a una vita sfortunata, ma come a una vita vissuta nell'amore e nel dono di sé». Con queste parole toccanti la sorella Elena ha ricordato durante i funerali Cristian Maffei, il giovane di 24 anni morto sabato a causa di un tumore, così come avvenuto quindici anni fa al padre Paolo, a 48 anni, e alla madre Paola Morini a 63, un anno fa. 

La chiesa di Regina Pacis, dove si sono tenuti oggi pomeriggio i funerali, non è riuscita a contenere i tanti amici, parenti, compagni di scuola e di parrocchia, venuti a stringersi ad Elena e al marito Francesco. La messa è stata celebrata da don Pietro Adani, in presenza dei parroci di Regina Pacis, don Riccardo Camellini e don Paolo Cugini, e di numerosi altri sacerdoti e diaconi.

«Cristian - ha detto don Adani durante l'omelia - ha accettato la sfida del dolore continuando ad amare la vita fino alla fine». Nonostante la malattia, il giovane aveva perseguito fino all'ultimo i suoi sogni, conseguendo la laurea in Geologia in dicembre, pochi giorni prima di sottoporsi a un intervento chirurgico per cercare di interromperla. Ma poi le sue condizioni sono peggiorate, fino alla scomparsa avvenuta sabato.

CORDOGLIO Cristian Maffei, 24 anni, si era laureato da alcuni mesi in geologia

«Perché, perché, perché?» Se lo chiedono gli amici su Facebook. Perché il cuore di Cristian Maffei si è dovuto spegnere a soli 24 anni, per una grave malattia che non gli ha lasciato scampo.

Una storia di sofferenza e di coraggio quella di Cristian, e nonostante i lutti e la malattia che troppo presto lo ha colpito, il 24enne ha continuato a combattere, cercando di fare di tutto per raggiungere i suoi obiettivi.

Come quello di laurearsi all’università di Parma in geologia: un risultato che è riuscito a ottenere a dicembre, pochi giorni prima di sottoporsi a un intervento per cercare di arrestare l’avanzata della grave forma di tumore che lo aveva colpito.

Su Facebook, ci sono le sue foto felici, con la corona d’alloro. E i commenti degli amici: «Sì, vabbè, ma se non torni per la magistrale dico a tutti che sei un geologo della mutua». Riferendosi alla possibilità di fare altri due anni di università per completare la formazione. «Torno, torno, ahahah», era stata la promessa di Cristian. Ma nonostante la sua forza, il 24enne non ce l’ha fatta: si è spento sabato.

Oltre alla sorella Elena, Cristian lascia la fidanzata Mariachiara, il cognato Francesco e due nipoti.

Il funerale è stato celebrato oggi alle 14.30 nella chiesa di Regina Pacis. Il corpo è stato portato al cimitero di CovioloGuarda le foto