Muore a 41 anni il custode della stazione di Boretto

Gaetano D'Alessandro è stato stroncato da un malore improvviso

La polizia alla stazione di Boretto

La polizia alla stazione di Boretto

Boretto (Reggio Emilia), 3 maggio 2022 - E’ deceduto nella sua abitazione, al primo piano della stazione ferroviaria di Boretto, di cui era da tempo il custode. Gaetano D’Alessandro aveva 41 anni. Originario della Campania, da molti anni lavorava per la Fer. In mattinata, non vedendolo sul posto di lavoro, i colleghi si sono insospettiti dando l’allarme ai soccorsi quando l’hanno trovato in casa, ormai privo di vita, colto da malore poco prima, probabilmente dopo essersi alzato per prepararsi alla giornata lavorativa.

Gaetano abitava da solo. Non era sposato. Quando sul posto sono arrivati ambulanza e automedica, per lui non c’era più nulla da fare. Lascia i genitori, un fratello, una sorella e tanti amici. Cordoglio anche tra il personale della polizia locale, che proprio al piano terra della stazione ha la sede di Boretto. Anche per loro Gaetano era un amico da molto tempo. Proprio gli agenti di polizia locale della Bassa si sono occupati delle pratiche legate agli accertamenti tecnici, per un decesso che risulta essere stato provocato da cause naturali. I funerali dovrebbero svolgersi a Benevento, nella sua terra d’origine.