Quotidiano Nazionale logo
13 apr 2022

Nuovo smalto alle città storiche Arrivano le risorse dalla Regione

Dai bar ai ristoranti, dalle mense alle attività per l’asporto fino alle gelaterie e pasticcerie. Ma anche alberghi, residenze turistico-alberghiere, ostelli e affittacamere, attività ricreative o di servizio per associazioni, fino a quelle per l’esercizio di attività libero professionali. Sono le attività per le quali la Regione Emilia-Romagna ha previsto nuovi contributi a fondo perduto con l’obiettivo di rivitalizzare i centri storici nei Comuni colpiti dal terremoto di dieci anni fa.

Un bando che mette a disposizione cinque milioni di euro del bilancio pubblico per sostenere la rivitalizzazione e il ripopolamento dei centri storici dei Comuni colpiti dal sisma, facendo arrivare la somma di tale provvedimento, avviato a inizio 2019, a oltre 58 milioni di euro complessivi di contributi a fondo perduto. Fra i tredici Comuni coinvolti in questa operazione risulta anche Reggiolo, rimasto ormai l’unico paese reggiano all’interno del "cratere sismico" emiliano. Le domande relative a questo bando dovranno essere presentate attraverso la piattaforma informatica Sfinge dal 3 al 31 maggio.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?