Quotidiano Nazionale logo
11 mag 2022

Oggi l’addio a don Gherpelli, il funerale nella chiesa della Resurrezione

Sarà letto il testamento spirituale. La sepoltura a Ramiseto. Era dispiaciuto di non aver potuto finire i lavori del campanile

Oggi l’addio a don Danilo Gherpelli, parroco del vicariato di Ramiseto, spirato due giorni fa nella casa di riposo parrocchiale Oasi di San Francesco di Cereggio per una malattia. La salma di don Danilo, esposta da due giorni nella chiesa parrocchiale di Ramiseto dove, oltre alla recita del rosario, ieri sera era prevista anche una messa di suffragio, stamattina sarà trasferita nella chiesa della Resurrezione di Castelnovo Monti dove alle 10 verrà celebrata l’onoranza funebre presieduta dal vescovo Giacomo Morandi. Al termine la salma di don Gherpelli sarà di nuovo portata a Ramiseto per la sepoltura nell cimitero della sua ultima parrocchia.

La scelta dell’ampia chiesa della Resurrezione per il funerale è stata fatta in previsione di una grande partecipazione di fedeli provenienti da parrocchie di montagna e dalla Bassa. Il Vicario generale della Diocesi, monsignor Alberto Nicelli, che domenica scorsa ha sostituito don Danilo nella celebrazione della messa domenicale a Ramiseto, ha detto: "Il modo in cui don Danilo ha vissuto il tempo della malattia è stato edificante, come del resto traspare dal testamento spirituale di cui sarà data lettura alle esequie: un fiducioso abbandono nelle braccia di Dio Padre e della Vergine Maria. Un altro aspetto da mettere in evidenza è infine la capacità di relazione di don Danilo, che gli ha consentito di stringere rapporti solidi in tutte le comunità che ha servito, legami dai quali egli ha sempre tratto grande forza per svolgere la sua attività pastorale fra le persone".

Don Danilo aveva solo due crucci: quello di non aver portato a termine i lavori del campanile della chiesa di Ramiseto e la mancata riapertura della chiesa di Nigone, ‘tutto per colpa della burocrazia’. Non a caso ha detto al vescovo Morandi, in occasione dell’ultima visita, di stare vicino ai preti.

Settimo Baisi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?