Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
27 apr 2022

Otto mesi di carcere per i furti in condominio

A finire nei guai un giovane scandianese: venne colto in flagrante dai carabinieri mentre si introduceva in una abitazione nel Modenese

27 apr 2022

Furti commessi a Modena: un giovane scandianese è stato arrestato dai carabinieri di Scandiano. Il ragazzo è stato raggiunto da un ordine di carcerazione per fatti avvenuti lo scorso anno. Dovrà scontare otto mesi di reclusione. L’uomo dovrà pure pagare una multa di 180 euro. E’ infatti giunto all’epilogo la vicenda giudiziaria che ha visto uno scandianese indagato dalla Procura di Modena per alcuni furti. I fatti risalgono allo scorso settembre e il giovane è pertanto finito poi nei guai. Venne colto in flagrante dai carabinieri di Modena mentre commetteva un furto all’interno di un condominio. L’esito delle indagini venne poi posto all’attenzione dell’autorità giudiziaria che, nei gironi scorsi, ha quindi emesso a carico dell’uomo un ordine di carcerazione. Il giovane dovrà scontare una pena di otto mesi di reclusione con una multa di 180 euro. L’ordine di carcerazione è stato poi trasmesso ai militari di Scandiano per la relativa esecuzione.

Il ragazzo è stato quindi rintracciato dagli uomini dell’Arma, impegnati ogni giorno a monitorare con grande attenzione il vasto territorio di propria competenza. Sabato scorso, dopo la notifica del provvedimento restrittivo, lo scandianese è stato arrestato e in seguito portato in carcere. L’uomo, ultimate tutte le formalità di rito, è stato pertanto successivamente accompagnato alla casa circondariale di Reggio dove dovrà scontare la pena. I furti nelle abitazioni e anche nei condomini sono purtroppo frequenti nei comuni della nostra provincia. C’è chi ha installato telecamere e sistemi di allarme per evitare spiacevoli ‘visite’.

Anche nello scandianese e nel comprensorio ceramico reggiano nel passato si sono registrati molti colpi in appartamenti, case e ai danni di attività commerciali come bar e negozi. Obiettivo dei malintenzionati è cercare nelle case oggetti di valore, soldi e ovviamente gioielli e fuggire velocemente con la refurtiva. Spesso i ladri agiscono approfittando della temporanea assenza dei proprietari, ma non mancano nemmeno le segnalazioni di intrusioni furtive in orari notturni mentre le vittime dormono. Fondamentale certamente la denuncia dei raid alle forze dell’ordine che avviano poi le indagini per cercare di individuare i responsabili.

m. b.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?