Per la danza 7 spettacoli di qualità Si parte l’8 ottobre al Teatro Valli

Da non perdere la performance ‘cinematografica’ di grande impatto visivo della Compagnia dei Peeping Tom

C’è la migliore danza contemporanea di tutto il mondo nella Stagione dei Teatri, che prosegue idealmente nel filone della stretta attualità coreutica presente nel cartellone del festival Aperto e porta al Valli e all’Ariosto 7 spettacoli. Anne Teresa De KeersmaekerRosas torna con "Exit above-after the tempest". Ad affiancare i danzatori della compagnia sono Meskerem Mees - cantautrice fiamminga di origini etiopi - e Jean-Marie Aerts: sound designer dei TC Matic, leggendaria formazione rock belga degli anni Ottanta (8 ottobre alle 16, Valli). La visionaria Compagnia dei Peeping Tom torna a Reggio per presentare la nuova produzione che catapulta il pubblico in una performance ‘cinematografica’ di grande impatto visivo: "S 62° 58’, W 60° 39’" (28 ottobre alle 20,30 e fuori abbonamento il 29 alle 16, Valli). "Momo" della Compagnia Batsheva è uno spettacolo in prima italiana del coreografo israeliano Ohad Naharin, con una colonna sonora per lo più tratta dall’album "Landfall" di Laurie Anderson (14 ottobre alle 21, Valli). I danzatori della Company Wayne McGregor con "UniVerse: A Dark Crystal Odyssey" propongono una meditazione sulla crisi climatica (21 febbraio alle 20,30, Valli). La complessità dell’Inghilterra è al centro della nuova opera di Hofesh Shechter per i giovanissimi di Shechter II. "From England with love" è un’ode al Paese" (16 marzo alle 20,30, Valli). "Utopia" è il risultato della collaborazione fra Emanuel Gat e i danzatori della compagnia ZfinMalta (17 aprile alle 20,30, Ariosto). Per la prima volta al Valli il Ballet BC, con una serata a tre coreografie: Silent Tides di Medhi Walerski; Heart Drive di Marne & Imre van Opstal e Passing di Johan Inger (31 maggio alle 20,30).